crollo di marsiglia, palazzine crollate a marsiglia, francia, dispersi crollo palazzine marsiglia, simona carpignano, italiana dispersa crollo marsiglia

Due palazzine di quattro piani sono crollato nel centro di Marsiglia, nel Sud della Francia, alle 9:15 di lunedì 5 novembre. Lo riporta il sito locale “20 Minutes”. Il primo bilancio delle autorità locali è di due feriti lievi. Secondo i vigili del fuoco, all’interno dei palazzi è possibile che si trovassero fino a 12 persone. Secondo quanto riferisce “20 Minutes” a crollare sono stati due palazzi adiacenti e un terzo sembra pericolante in rue d’Aubagne, poco lontano dal porto vecchio e vicino al quartiere di Noailles. 


 

Ancora da accertare le cause del crollo delle palazzine nel centro di Marsiglia, anche se secondo alcuni media francesi, le piogge degli ultimi giorni hanno potuto indebolire le strutture già fatiscenti. Una donna è uscita dal primo palazzo crollato ricoperta di polvere ma indenne. Intanto su Twitter la prefettura della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra invita i residenti della zona di non intralciare i soccorsi.

Dopo il crollo dei due edifici di 4-5 piani, rispettivamente al numero civico 63 e al numero civico 65 della rue d’Aubagne, i  vigili del fuoco, dispiegati sul posto con una quarantina di persone e una ventina di veicoli, temono anche il crollo del civico 67.

Il sindaco del primo e settimo arrondissement di Marsiglia, Sabine Bernasconi, ha detto che “il municipio aveva vietato la presenza di persone nel primo palazzo crollato”, perché vecchio e pericolante, ma di “non poter escludere la presenza di occupanti non autorizzati”. Il vicesindaco di Marsiglia, Julien Ruas, ha riferito che uno degli edifici era stato dichiarato pericolante da una “decina di giorni”.

Foto da Twitter.