Due milioni di euro per i Comuni siciliani virtuosi per i rifiuti solidi urbani. E’ stato firmato, su disposizione del presidente della Regione Nello Musumeci, il decreto che assegna un contributo agli Enti che nel corso del 2017 hanno superato il 65 per cento della raccolta differenziata. A beneficiarne, in attuazione di una norma contenuta nella Legge regionale di stabilità di quest’anno, trentuno Comuni di otto province dell’Isola.

 “Nel corso dell’ultimo anno – ha detto Musumeci – la percentuale di raccolta differenziata è aumentata del 50% e di questo voglio ringraziare gli amministratori e i cittadini di tutti quei Comuni che, con tenacia e determinazione, si sono impegnati in questa vera e propria battaglia di civiltà. La Regione, dal canto suo, sta operando intensamente per recuperare anni di inerzia e di omissioni: il suo compito è quello di pianificare la realizzazione degli impianti, sollecitare la riapertura di quelli inattivi e vigilare sulla corretta gestione della raccolta e dello smaltimento da parte dei Comuni. Sono fiducioso che entro un paio d’anni usciremo del tutto dall’emergenza rifiuti e non avremo più nulla da invidiare alle altre regioni. Ma serve lo sforzo di tutti!”.
Ai Comuni interessati, è stata assegnata una somma fissa di 32mila euro e una variabile in base alla densità demografica.

Elenco dei Comuni

Calamonaci, Joppolo Giancaxio, Montevago, Raffadali, Realmonte, Ribera, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita di Belice, Sant’Angelo Muxaro.(Ag);  Butera, Delia, Mazzarino (Cl); Belpasso, Licodia Eubea, Mirabella Imbaccari, San Cono, San Michele di Ganzaria, San Pietro Clarenza, Zafferana Etnea, (Ct).
 Castel di Lucio, Rodì Milici, Rometta, Santa Teresa di Riva, Torregrotta. Provincia di Palermo: Giardinello, Giuliana, Montelepre, Pollina (Me);
 Monterosso Almo. Provincia di Siracusa: Solarino (Rg); Pantelleria (Tp).
Un secondo elenco di Comuni virtuosi nella raccolta differenziata sarà redatto in tempi brevi, (al 30giugno 2018), per i quali sono previsti ulteriori 2 milioni di euro.