Edigma - Web agency Palermo
Edigma - Web agency Palermo

Domenica le elezioni

Syriza, primo nei sondaggi in Grecia
Tsipras probabile primo ministro

di . Categoria: Esteri

Siryza

Syriza, il partito guidato da Alexis Tsipras. primo in Grecia? Sicuramente lo è già nelle intenzioni di voto dei cittadini. A due giorni dalle elezioni le statistiche evidenziano il divario, sempre maggiore, con “Nuova Democrazia”, la forza politica del premier Antonis Samaras. Secondo il sondaggio della società Palmos, Syriza supera Nd di quasi 10 punti percentuale, ottenendo il 30,2% delle preferenze contro il 20,3% di Nuova Democrazia. L’estrema destra con Alba Dorata dovrebbe raggiungere un clamoroso 6,8%, calano i comunisti del Kke al 4,3% e i socialisti del Pasok al 3,4% mentre gli indecisi sarebbero il 15,2%. Un’altra rilevazione, della società Marc, dà Syriza al 32,2% e Nuova Democrazia al 26%.

Per i sondaggi sarebbe Alexis Tsipras il prossimo primo ministro greco con l’obiettivo dichiarato di raccogliere il voto di molti indecisi allo scopo di ottenere la maggioranza assoluta per poter governare da solo.

La campagna elettorale di Syriza si è chiusa proprio con il comizio di Atene di Tsipras al termine del quale migliaia di sostenitori hanno intonato “Bella Ciao”, nella versione dei Modena City Ramblers. La canzone partigiana italiana, che veniva diffusa dagli altoparlanti, è infatti diventata la colonna sonora di numerose manifestazione del movimento politico greco.

E dall’Italia arrivano segnali di distensione verso il paese ellenico. Nel corso del vertice bilaterale Renzi-Merkel, i due leader hanno confermato di aspettare le elezioni in Grecia per avviare un nuovo dialogo con il Governo. “Sono convinta – ha detto la cancelleria tedesca Angela Merkel – che troveremo tranquillamente le soluzioni, aspettiamo che il popolo voti e poi dialogheremo con la nuova coalizione”. E sulle riforme, Merkel ha spiegato che “la Grecia ha avuto un percorso che ha determinato grandi sacrifici per la popolazione ma c’è stata anche la solidarietà degli altri Paesi Ue”.

Il premier Renzi ha spiegato di non essere preoccupato per l’imminente voto in Grecia: “Dalla settimana prossima – ha detto durante la conferenza stampa di chiusura dell’incontro di Firenze con la Merkel – i 27 partner lavoreranno con il nuovo primo ministro, o con Samaras se sarà confermato, con grande disponibilità nel rispetto del percorso avviato e la situazione greca sarà affrontata con tranquillità, decisione, rispetto del percorso stabilito e con la determinazione di tenere la Grecia dentro la grande storia dell’Ue”.

 

23 gennaio 2015

LASCIA IL TUO COMMENTO









LE ULTIME NOTIZIE

Tutte le news