Edigma - Web agency Palermo
Edigma - Web agency Palermo

Napoli

Terremoto a Ischia, due donne sono morte
Salvati tre fratellini dalle macerie, 17 i feriti

di . Categoria: Campania, Cronaca

danni ischia, danni terremoto ischia, Ischia, magnitudo terremoto ischia, procida terremoto, sisma ischia, terremoto Ischia, terremoto pozzuoli

Terrore nell’isola di Ischia per una forte scossa di terremoto avvertita dalla popolazione e registrata dall’Ingv. Il sisma ha avuto una magnitudo di 4.0 (inizialmente data a 3.6 e poi corretta) con epicentro tra Ischia e la costa Flegrea (Napoli) e ipocentro a 10 chilometri di profondità.

Due donne hanno perso la vita: una dopo essere stata colpita dai calcinacci caduti dalla chiesa di Santa Maria del suffragio a Casamicciola, l’altra sotto le macerie della sua abitazione. I soccorritori sono riusciti a trarre in salvo un neonato di sette mesi e i suoi due fratellini che erano rimasti sotto le macerie di un edificio. 

Secondo quanto dichiara il direttore sanitario dell’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, il dottor Luigi Capuano, sono 39 le persone rimaste ferite, una delle quali in condizioni gravi trasferita con l’elicottero all’ospedale Cardarelli di Napoli. L’ospedale era stato evacuato per la presenza di numerose crepe nel palazzo.

Si chiamava Lina Balestrieri in Cutaneo, 59 anni, di Barano d’Ischia (Napoli) ma residente a Ischia, mamma di 6 figli, e sorella di Pasquale, consigliere comunale a Ischia, la prima vittima del terremoto di ieri a Casamicciola. La seconda vittima, rimasta sepolta nella casa crollata in località Maio, sempre a Casamicciola, si chiamava Marilena Romanini, 65 anni, nata a Brescia, ma residente a Monte San Giusto (Macerata).

“Gli sfollati sono 2.000 su Casamicciola e 600 su Lacco Ameno, in tutto circa 2.600″, ha detto il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, parlando davanti alla telecamere nei pressi dei crolli a Casamicciola. Intanto è scattato il piano di emergenza sanitario per i soccorsi alla popolazione di Ischia. All’opera diverse squadre di volontari della protezione civile regionale.

Ad aumentare il panico tra la popolazione ci ha pensato un blackout elettrico registrato nel centro di Ischia porto. Anche in altre zone dell’isola, come a Barano e Forio, è stata avvertita distintamente la scossa. La scossa sarebbe stata avvertita anche a Procida e nella zona dei Campi Flegrei, nel golfo di Pozzuoli.

Tutta Italia si unisce nel dolore per le vittime del terremoto di Ischia e nella solidarietà“, così il premier Paolo Gentiloni su Twitter, aggiungendo che “siamo tutti a fianco delle forze impegnate nei soccorsi”. Intanto, la Protezione civile annuncia che, con la dichiarazione dello stato di emergenza attesa nel Cdm, “saranno disponibili tutti gli strumenti straordinari che potranno essere utilizzati dal commissario”.

Il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, punta il dito contro l’abusivismo: “È una emergenza che ci trasciniamo da almeno trent’anni e su cui si è chiacchierato tanto senza mai muovere un dito. Per la Campania si tratta di almeno settantamila alloggi abusivi rispetto ai quali occorre il massimo rigore”.

“Ad Ischia sono stati compiuti abusi di tipo criminale, con strutture costruite in zone a rischio idrogeologico che vanno abbattute il prima possibile. È stato attivato subito il coordinamento tra le centrali operative della Protezione Civile di Roma e della Campania. Il presidente del consiglio ci ha contattato da subito per avere informazioni. Ad ora abbiamo notizie di un bilancio abbastanza pesante, soprattutto per la parte alta di Casamicciola”, ha aggiunto De Luca.

“Lascia perplessi come un terremoto di tale magnitudo (calcolata a 3.6 e poi corretta a 4.0) possa provocare danni e vittime nel nostro Paese”, si legge in una nota di Francesco Peduto, presidente del Consiglio nazionale dei geologi. “Allucinante che si continui a morire per terremoti di questa entità. Il nostro Paese si conferma estremamente vulnerabile, non ci facciamo mancare niente dal punto di vista dei rischi geologici. Quello che lascia interdetti è la mancanza di atti concreti per la prevenzione“.

“In Piazza Maio a Casamicciola ci sono case che hanno subito grossi crolli – aveva detto il vicesindaco di Casamicciola Giuseppe Silvitelli – Al momento non sappiamo di feriti. Ma speriamo non ci sia nessuno sotto le case che hanno avuto crolli ingenti. Siamo molto preoccupati. La scossa qui è stata avvertita fortissima”.

 

Foto da Twitter.

21 agosto 2017

LASCIA IL TUO COMMENTO









LE ULTIME NOTIZIE

Tutte le news