Aggiornato alle: 14:05

Bersani, Berlusconi, Napolitano: la web foto dei grillini che racchiude tre mesi di cronaca

di Redazione

» Cronaca » Bersani, Berlusconi, Napolitano: la web foto dei grillini che racchiude tre mesi di cronaca

Bersani, Berlusconi, Napolitano: la web foto dei grillini che racchiude tre mesi di cronaca

| lunedì 22 Aprile 2013 - 11:06

bersani-berlusconi

PALERMO, 22 APRILE 2013 – Tre mesi fa pensavamo di avere delle certezze. Tre mesi fa ci avevano delineato uno scenario credibile, che non lasciava molto spazio all’immaginazione. Ma poi è successo quello che nessuno poteva pensare nemmeno con la più fervida delle fantasie.

 

È successo che Benedetto XVI era Papa. Ma poi ha annunciato in latino le dimissioni e il 28 febbraio ha lasciato il suo posto. Dallo choc i fedeli di tutto il mondo si sono ripresi appena hanno visto il sorriso del cardinale Bergoglio, l’amante del calcio e del tango venuto dalla fine del mondo che si è presentato come Francesco.

 

Poi ci sono state le elezioni nazionali. E lì i conti erano già fatti. Non le previsioni o gli scenari possibili: le percentuali esatte di quello che sarebbe successo. Prima che si andasse alle urne tutti erano certi che Bersani avrebbe fatto il governo, che Berlusconi era sul fondo del baratro e che Grillo avrebbe dovuto aspettare ancora qualche anno per raggiungere consensi in termini numerici che si trasformassero in posti in Parlamento. E non dimentichiamo che Giorgio Napolitano era il Presidente della Repubblica.

 

E oggi? Sì, Napolitano è ancora Presidente della Repubblica. Anche se non so quanto la signora Clio sia contenta e gli scatoloni non hanno fatto in tempo ad arrivare al camion della ditta di trasporti. Il Partito Democratico è andato in frantumi e Bersani si è dimesso da segretario. Renzi sta cercando di “restituire speranza” cambiando molto. Anche se sarebbe meglio cambiare tutto.
E Berlusconi se la ride e applaude felice a quella che molti hanno definito la sua vittoria.

 

Grillo invece da parte sua continua a far parlare di sé, parlando di “golpe”, colpo di stato, poi ci ripensa dice che è un “golpetto”. Grida all’inciucio, fomenta, si scalda e online si scatena riportando le frasi di Napolitano e del suo “no” fermo e deciso a una sua seconda candidatura.

Dalla pagina Facebook del Movimento 5 stelle Sicilia si legge: “Un tempo si parlava di pentapartito. Oggi c’è il monopartito. Quello di ieri è un matrimonio che si celebra dopo vent’anni di fidanzamento” con una foto che unisce i loghi di PD e Popolo della Libertà. E ancora “Destra e Sinistra sono la stessa cosa, hanno governato insieme per vent’anni. Si sono scambiati la borraccia come Coppi e Bartali!” postando in bacheca la foto che abbiamo scelto come copertina.

 

L’unica speranza che ci rimane è che un’altra previsione venga capovolta. Vorremmo svegliarci e trovare il Palermo ancora in serie A. Credete che sia possibile?

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820