Aggiornato alle: 10:04

Arriva il week end più caldo dell’anno: i consigli per una “Estate in sicurezza”

di Redazione

» Cronaca » Arriva il week end più caldo dell’anno: i consigli per una “Estate in sicurezza”

Arriva il week end più caldo dell’anno: i consigli per una “Estate in sicurezza”

| venerdì 02 Agosto 2013 - 19:25

caldo, week end, consigli, salute, temperature, cani, animali, bambini, anziani

PALERMO, 3 AGOSTO 2013 – È cominciato il fine settimana più caldo dell’estate: l’arrivo dell’anticiclone africano Stige promette un ulteriore innalzamento delle temperature.

 

Il caldo comporta numerosi rischi per la salute, soprattutto per bambini e anziani ma anche per gli animali. Il Ministero della Salute dirama i consigli per una “Estate in sicurezza”.

 

Il vademecum realizzato dal Ministero consiglia innanzitutto di evitare di uscire nelle ore più calde, nella fascia oraria compresa tra le 11 e le 18. Naturalmente deve essere evitata l’attività fisica intensa all’aria aperta durante questi orari. Sconsigliato anche l’accesso ai parchi e alle aree verdi ai bambini, agli anziani, alle persone non autosufficienti o convalescenti.

A tavola, meglio consumare pasti leggeri, con molta frutta e verdura. In casa va bene utilizzare condizionatori e ventilatori ma senza esagerare con il freddo, per evitare pericolosi “sbalzi” di temperatura da un ambiente a un altro.

Attenzione anche alla disidratazione che porta a stanchezza, difficoltà nell’addormentarsi, irrequietezza e fatica nel concentrarsi. Il consiglio è quello di bere frequentemente almeno 2 litri di acqua al giorno, anche senza aspettare per forza lo stimolo della sete in modo da reintegrare ogni perdita di acqua. I più a rischio sono gli anziani: per loro lo stimolo della sete diminuisce, e quindi è importante indurli a bere anche quando non ne sentono il bisogno.

Per chi sta partendo all’estero per le vacanze, sul sito del ministero è anche disponibile una guida interattiva che permette di avere informazioni sul diritto all’assistenza sanitaria durante un soggiorno in un qualsiasi Paese del mondo. Prima di partire, ricorda il ministero, è necessario documentarsi sull’obbligo o meno di vaccinarsi contro specifiche malattie. Alcune di esse, da tempo eliminate in Italia, sono, infatti, ancora endemiche in alcuni Paesi.

In estate aumentano anche gli infortuni derivati dallo sport. Antonino Reale, responsabile Pediatria dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma parla dei rischi derivati dagli sport estivi, soprattutto per chi non è abituato all’attività fisica: “In estate sono maggiori i casi di ricovero per danni traumologici con fratture anche gravi. Succede perché si rischia di più quando pratichiamo sport senza un’adeguata preparazione precedente. Così, pattinare o giocare a tennis quando siamo digiuni da mesi richiede uno sforzo maggiore e se non siamo allenati il rischio caduta è dietro l’angolo”.

Per gli amici a 4 zampe, dalla Federazione italiana associazione diritti animali e ambiente arriva il vademecum “estate serena per tutti” che spiega i comportamenti corretti: per esempio, acqua e ombra sempre a disposizione per cani e gatti, evitare passeggiate nelle ore più calde, proteggere le parti più delicate con creme solari ed evitare nel modo più assoluto di lasciare gli animali chiusi in auto anche per pochi minuti.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it