Aggiornato alle: 14:20

Provenzano rimane al 41 bis. Il tribunale: “Sospetti sul colloquio con la moglie”

di Redazione

» Cronaca » Provenzano rimane al 41 bis. Il tribunale: “Sospetti sul colloquio con la moglie”

Provenzano rimane al 41 bis. Il tribunale: “Sospetti sul colloquio con la moglie”

| martedì 03 Settembre 2013 - 12:00

Bernardo Provenzano, mafia, trattativa Stato-mafia, 41bis, tribunale, Direzione nazionale antimafia,

PALERMO, 3 SETTEMBRE 2013 – Bernardo Provenzano rimane in carcere e al regime duro del 41 bis. Lo ha deciso il tribunale di sorveglianza di Bologna nonostante il parere favorevole delle procure di Palermo, Caltanissetta e Firenze.

 

Contro si era espressa la Direzione Nazionale Antimafia. Il “no” dei giudici è basato sul fatto che il boss, pur in gravissime condizioni di salute non è in condizioni incompatibili con il regime carcerario del 41 bis. All’esame del tribunale bolognese anche la trascrizione di un colloquio avvenuto nel parlatorio del carcere di Parma tra Binnu e la moglie. Provenzano chiedeva come andava “a putìa”, per i giudici il riferimento potrebbe essere affari illeciti.

 

A causa delle sue condizioni di salute il processo sulla trattativa Stato – mafia a carico del boss è stato sospeso. Lo scorso luglio il legale del mafioso, Rosalba Di Gregorio, ha presentato anche istanza di scarcerazione al giudice di sorveglianza di Parma.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it