Aggiornato alle: 18:27

Aggrediscono e legano due coniugi nella loro abitazione, arrestati due uomini VIDEO

di Redazione

» Cronaca » Aggrediscono e legano due coniugi nella loro abitazione, arrestati due uomini VIDEO

Aggrediscono e legano due coniugi nella loro abitazione, arrestati due uomini VIDEO

| lunedì 07 Ottobre 2013 - 13:35
Aggrediscono e legano due coniugi nella loro abitazione, arrestati due uomini VIDEO

PALERMO, 7 OTTOBRE 2013 – I militari della Stazione di Belmonte Mezzagno hanno identificato i due autori di una rapina avvenuta il primo ottobre scorso. La vittima, infatti, era riuscita a fornire ai militari una descrizione molto dettagliata di una delle due persone che, insieme ad un complice, nel primo pomeriggio del 1 ottobre era entrata a casa sua, aveva aggredito lui e sua moglie legandoli.

Provvidenziale l’intervento del nipote delle vittime che aveva messo in fuga i due rapinatori, scappati portandosi via un magro bottino: la collanina della donna. Gli elementi forniti dalla vittima avevano subito indirizzato i sospetti verso una persona residente a Belmonte Mezzagno, inspiegabilmente sparito dalla circolazione proprio il giorno della rapina.

arresti-rapina-1-ottobre

Nella mattina di sabato scorsa è giunta la svolta, quando un carabiniere, in servizio presso la centrale operativa di Misilmeri, che si trovava a passeggio con la propria famiglia per Termini Imerese, ha notato una persona dalla fisionomia molto simile a quella dell’uomo le cui foto segnaletiche circolavano da giorni per i reparti della zona.

Il militare ha dato subito l’allarme, e sul posto sono arrivate le pattuglie della Compagnia Carabinieri di Termini Imerese, della Stazione di Belmonte Mezzagno e due elicotteri del 9 Elinucleo Carabinieri Palermo che, dopo alcune ore di serrate ricerche, hanno fermato l’individuo proprio poco prima che salisse sul treno e facesse nuovamente perdere le sue tracce.

Gli indizi raccolti dagli investigatori e le ferite, ancora ben evidenti, riportate dall’uomo nella recente colluttazione, non lasciavano dubbi sul fatto che Dante D’Ambrogio (a sinistra nella foto), nato a Termini Imerese, 44 anni, residente a Belmonte Mezzagno pluripregiudicato per reati contro la persona ed il patrimonio, fosse uno degli autori della rapina e sul cui capo pendeva già un provvedimento di fermo della Procura di Termini Imerese proprio per la rapina di Gibilrossa.

D’Ambrogio, viste le prove contro di lui, non ha potuto far altro che confessare la rapina e, poco dopo, i Carabinieri hanno potuto identificare anche il complice: si tratta di Sebastiano Morello, nato a Palermo, 31 anni, residente a Bolognetta, incensurato.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it