caso denise pipitone, Denise Pipitone, impronte denise pipitone, indagine Denise Pipitone, piera maggio

Il gip di Marsala ha archiviato la posizione di Anna Corona, come richiesto dalla procura lo scorso gennaio, nell’ambito del secondo troncone d’indagine per la scomparsa di Denise Pipitone, sparita da Mazara del vallo l’1 settembre 2004 quando aveva poco meno di 4 anni.

Corona è la madre di Jessica Pulizzi, sorellastra per parte di padre di Denise, che lo scorso giugno era stata assolta dall’accusa di concorso nel sequestro della bambina. Sul proprio profilo Facebook l’avvocato di parte Civile Giacomo Frazzitta, che assiste Piera Maggio, madre di Denise, ha scritto: ”Il Gip di Marsala ha archiviato il procedimento contro Anna Corona, accogliendo la richiesta della Procura di Marsala che ha ottenuto quello che voleva, in questo modo rigettando la nostra opposizione”.

”Prendiamo atto, con rammarico, nostro e delle persone offese, della decisione del giudice delle indagini preliminari Annalisa Amato”. E’ quanto dichiara l’avvocato mazarese Vito Perricone, legale di parte civile che assiste Piero Pulizzi, padre naturale di Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo (Tp) il primo settembre 2004, commentando la decisione del gip di Marsala di archiviare il procedimento penale a carico di Anna Corona e altre persone indagate per concorso nel sequestro.

”Il giudice Amato – continua – ha deciso sulla base degli accertamenti effettuati, dai quali, evidentemente, a suo giudizio, non sono emersi elementi tali da giustificare la prosecuzione del procedimento penale”. ”L’archiviazione – dice Luisa Calamia, legale di Antonino Pipitone, ex marito di Piera Maggio, madre di Denise – non è mai un provvedimento definitivo. L’indagine può essere riaperta in qualunque momento. In questo caso, molto dipenderà dall’esisto del ricorso presentato in Corte d’appello per il processo a Jessica Pulizzi”.