datagate smartphone intercettati con il gps nsa

Continuano ad arrivare notizie scottanti dai documenti diffusi da Edward Snowden. Sarebbero, infatti, 5 miliardi i telefoni cellulari intercettati attraverso la geolocalizzazione dalla National security agency. Attraverso questo tipo di informazioni, l’agenzia governativa americana, sarebbe in grado di seguire gli spostamenti degli utenti con un telefono gps e risalire alla loro intera rete di contatti e connessioni.

La national security agency riesce a conoscere la posizione di ogni singolo cellulare, ma anche il suo proprietario, grazie alla triangolazione dei dati trasmessi attraverso le antenne che fanno rimbalzare i segnali. Il dato che si riesce a raccogliere è istantaneo ed identifica qualunque posizione. Questo tipo di sistema permette all’agenzia americana di conoscere in ogni momento la posizione di persone ritenute pericolose per gli Usa e se queste si avvicinano al Paese o si trovano in posizioni dove è possibile aspettarsi un attacco terroristico.