Secondo la tradizione siciliana, oggi non può mancare il baccalà fritto o in pastella, ricetta tipica della Festa dell’Immacolata e del Natale.

Ingredienti per 4 persone

600 gr Filetto di baccalà già ammollato

200 gr di farina zeo

Acqua frizzante o birra q.b

2 gr di lievito di birra secco

Farina per infarinatura q.b.

Olio extravergine d’oliva o di arachidi per friggere

Preparazione:

ricetta baccala fritto festa immacolata natale

Se usate il baccalà sotto sale, bisogna tenerlo in ammollo per 2/3 giorni, cambiando l’acqua almeno 2 volte al giorno.

Lavare il baccalà sotto l’acqua corrente, privarlo da eventuali spine e spellarlo con un coltello affilato. Asciugare bene con un panno o con della carta da cucina e tagliarlo a cubotti.

Preparare la pastella con la farina setacciata, il lievito e aggiungere a filo la birra o l’acqua molto frizzante, quanto basta per raggiungere un composto piuttosto omogenee e non troppo liquido. Mescolare con la frusta fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi. Lasciarla riposare per circa un’ ora, coperta. È pronta appena emergono piccole bollicine. Riporla in frigorifero per circa mezz’ora.

baccala-fritto-seconda-parte

Infarinare e immergere nella pastella i bocconcini di baccalà e friggerli in olio abbondante. Giratei più volte in modo che la cottura diventi omogenea fino a completa doratura, sgocciolarli e metterli in un vassoio con carta assorbente. Servirli caldi.

Consigli: la pastella deve essere molto fredda, una volta tirata fuori dal frigorifero mettete il contenitore della pastella a bagno con acqua e ghiaccio in modo che rimanga fredda. I contrasto con l’olio bollente è ottimale per la riuscita di un perfetto fritto croccante.

A fine cottura ricordarsi di non salare il baccalà in quanto ha già una sapidità importante.

GUARDA LE FOTO DELLA RICETTA PASSO DOPO PASSO