il marito chatta su facebook e lei lancia il pc dlla finestra a san teodoro genova

Impossibile negarlo, su Facebook un solo “Mi piace” di troppo o nel post sbagliato può essere causa di liti, anche perché un’azione virtuale come il semplice click del mouse non potrà mai sostituire il linguaggio parlato.

Inoltre il “mi piace” stesso può esprimere male il concetto di vicinanza e affetto nel caso in cui il post in questione riguardi una disgrazia o in generale uno stato di malumore.

E proprio per questo motivo Facebook avrebbe intenzione di mutare il celeberrimo pulsante “Like” in “Sympathize”, la cui traduzione italiana esprime più o meno un senso di affetto e vicinanza emotiva: a dar via al rumor è stato Dan Muriello, tecnico di Facebook, che durante il Compassion Research Day ha spiegato come sia tra le intenzioni del social network l’eliminazione di questo gap comunicativo. Il cambiamento avverebbe però soltanto quando, grazie alla recente funzione introdotta, allo status fosse abbinato uno stato d’animo triste.

Attualmente però non si hanno date ufficiali o conferme circa l’eventuale cambiamento.