allarme influenza, asl, boom influenza, casi influenza, casi influenza in Italia, dati Iss Italia, fabrizio pregliasco, influenza, iss, vaccino, vaccino influenza, vaccino influenzale, virus influenza

Gli effetti delle condizioni meteorologiche invernali cominciano a farsi sentire. Oltre 300 mila italiani si trovano infatti a letto con l’influenza e se ne sono contati 125 mila nelle sole due prime settimane di novembre. A rivelare questo dato è il bollettino della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG).

Il presidente della SIMG, Claudio Cricelli, ha spiegato che si tratta probabilmente di individui che ancora non sono stati sottoposti a vaccinazione. E’ quest’ultima che “rimane la vera arma di prevenzione contro l’influenza e i malanni di stagione – ha dichiarato – per questo rivolgiamo un appello a tutti gli italiani, in particolare alle categorie più a rischio come gli over 65 e i bambini, affinché si sottopongano all’immunizzazione”.

Quest’anno i virus in circolazione saranno 3 e il bollettino riassume l’andamento generale della loro diffusione: in particolare ad essere stata presa in esame è stata la seconda metà di novembre. E’ stato alla luce di questo che i medici si sono fatti avanti con un appello rivolto alle categorie più a rischio.

“Vogliamo raggiungere con il vaccino almeno l’80% della popolazione ‘fragile’, in particolare malati cronici, anziani e bambini, sui quali anche un virus debole può avere conseguenze pesanti – ha affermato Cricelli – È importante non banalizzare i sintomi, visto che ogni anno si registrano circa 8000 decessi attribuibili alle complicanze dell’influenza”.