agroalimentare leva dello sviluppo

“Tutelare e promuovere il Made in Italy dell’agroalimentare italiano”: è l’argomento dell’ordine del giorno approvato nel corso dell’Assemblea plenaria della Conferenza dei Presidenti dei Consigli regionali tenutasi oggi a Roma. Il documento è stato proposto dal presidente del Consiglio regionale del Veneto e vice-coordinatore della Conferenza, Clodovaldo Ruffato, in materia di tutela dei prodotti agroalimentari italiani. “In un momento di grave crisi economica ed occupazionale – ha dichiarato il presidente Ruffato – il Made in Italy, in particolare quello agroalimentare, rappresenta una leva competitiva straordinaria e ad alto valore aggiunto per lo sviluppo del Paese”.

“L’auspicio – ha continuato Ruffato – è che si promuovano tutte le iniziative più opportune al fine di prevenire le pratiche fraudolente o ingannevoli ai danni dei marchi dei prodotti italiani e di assicurare ai consumatori una informazione trasparente sui prodotti alimentari e sulla loro tracciabilità. “Occorre poi – ha concluso Ruffato – impedire l’uso di risorse pubbliche per il finanziamento di imprese che alimentino il finto Made in Italy, introducendo meccanismi di concorrenza sleale a danno dei cittadini e di quelle imprese che contribuiscono a produrre il vero valore aggiunto italiano”.