Iachini fissa l’obiettivo per le ultime partite prima della sosta: “Dobbiamo fare punti  e portarne il più possibile in dote alla nostra classifica. Vogliamo crescere costantemente e migliorare sempre di più. In un campionato difficile e con tante pressioni come quelle che noi abbiamo, dobbiamo essere sempre all’altezza della situazione”.

A Lanciano è successo nel primo tempo di incappare in una parte di partita non proprio positiva, ma alla fine faremo i conti e vedremo quanto saremo riusciti a racimolare”.

Iachini conferma che alcuni errori nelle ultime gare sono stati commessi: “Con il Latina, con il Novara e a Lanciano, il nostro portiere non é stato mai impegnato, e abbiamo preso gol al primo errore. Qualcosa in effetti c’è stato, anche se a livello di organizzazione posso dire che concediamo molto poco agli avversari. Tranne qualche piccola sbavatura la linea difensiva s’è mossa molto bene”.

Qualche rimpianto per l’errore arbitrale in occasione del gol del Lanciano: “Se l’arbitro si fosse accorto del fallo di mano, oggi parleremmo di un risultato diverso, ma pazienza, adesso guardiamo avanti con fiducia”.

Una battuta sul Cittadella, avversario insidioso e da non sottovalutare: ” il Cittadella è un’ottima squadra, guidata da un’allenatore che allena la compagine da tantissimi anni e ha saputo costruire un gruppo giovane, capace di far bene, molto ben organizzato. Ci vorrà una grande partita a prescindere da coloro che scenderanno in campo”

Si è parlato anche di mercato, con gennaio ormai alle porte: “il discorso Vazquez è partito da me. Quindici, venti giorni fa ne ho parlato col presidente. In allenamento ha dimostrato di avere delle potenzialità, ha qualità, forza, sa interpretare due-tre ruoli, quindi è ottimo avere in organico giocatori polivalenti che possano, nel corso di una stagione lunga, coprire i buchi che si vengono a creare. La battuta di Lodi é stata fatta in un contesto amichevole. Non ci siamo espressi con la società precisamente, è stata una battuta che il presidente ha preso subito alla lettera”.

Il tecnico, però, preferisce puntare sul gruppo già esistente: “Voglio lavorare con i giocatori a mia disposizione, perché non dimentichiamo che questa squadra, da quando sono arrivato, ha fatto grandissimi passi avanti. A gennaio magari faremo qualche aggiustamento ma sempre cercando di valutare ciò che possa essere davvero utile alla squadra che, ripeto, ha già una base di partenza ottima”.