28a giornata di Serie A, empoli, Empoli-Sassuolo, risultati 28a giornata di Serie A, risultati serie A, risultato Empoli-Sassuolo, sassuolo, serie A

Ci sono volute 18 giornate, ma alla fine il Palermo riesce a conquistare la vetta solitaria della classifica del campionato cadetto. Anche se il campionato di serie B è lungo e pieno di insidie, la squadra rosanero conferma la propria vocazione di squadra leader del torneo. Sotto la guida di Beppe Iachini si sta dimostrando quello che è, con una grande solidità in tutti i reparti e poi un attacco che segna senza inceppamenti.

E quando non sono gli attaccanti a fare gol, ecco sbucare un difensore centrale come Munoz a fare una doppietta, entrambe le volte di testa ed entrambe le volte su punizioni calciate da capitan Barreto. Il Cittadella ha provato la reazione, ha anche segnato la rete del 2-1 grazie ad un’autorete di Andelkovic, ma nella ripresa l’ingresso di Hernandez ha dato ulteriore coraggio alla squadra di casa che proprio con l’uruguaiano (decima rete stagionale) ha segnato il gol del definitivo 3-1.

Vittoria che significa vetta solitaria della classifica perché nel frattempo l’Empoli non è andato oltre lo 0-0 casalingo con il Cesena, facendo registrare il terzo pareggio di fila sebbene i precedenti siano stati contro Brescia e Crotone, non proprio le ultime arrivate. E proprio la squadra calabrese risale ancora la classifica, adesso la formazione di Drago è al terzo posto da sola in virtù della meritata vittoria sul campo del Latina (2-3 il finale).

Un successo mai in discussione anche se il Latina ha avuto una forte reazione e può recriminare qualcosa per un penalty calciato fuori da Jonathas ed un altro richiesto ma non concesso. Dopo 13 risultati utili consecutivi ed una classifica più che dignitosa, adesso per la squadra di Breda arriva il secondo stop consecutivo.

Come per l’Empoli, terzo pari di fila anche per l’Avellino (1-1 a Trapani) che comunque rimane saldamente nelle zone nobili della classifica e si prepara al prestigioso match di Coppa Italia contro la Juventus mercoledì a Torino. Dopo la battuta d’arresto sul campo del Carpi, risale anche il Varese di Gautieri che batte con un poker lo Spezia. Pavoletti, Forte, Bjelanovic e Zecchin gli autori delle marcature per i lombardi.

Vittorie esterne per Brescia e Novara: le rondinelle battono di misura a domicilio il Modena di Novellino, in piena crisi, con una rete di Scaglia nel finale di match; i piemontesi, da parte loro, acuiscono forse irrimediabilmente la crisi della Juve Stabia a cui neppure la cura Pea sembra portare alcun giovamento battendo le vespe 1-2 grazie alle reti di Faragò e dell’eterno Raffaele Rubino, quinto gol in otto gare a quasi 36 anni.

Pari con brivido per il Bari in casa con il Carpi (2-2 in extremis grazie a Statella) e per il Padova che passa in svantaggio in casa contro la Ternana (Viola) ma ha la capacità, sotto la nebbia, di pareggiare con Vantaggiato. Dopo l’anticipo di ieri culminato con la vittoria a Reggio Calabria del Siena per 2-0, domani la giornata si completerà con il derby abruzzese tra Virtus Lanciano e Pescara, una sfida d’alta quota.