Beppe Grillo Palermo, Cancelleri candidato M5S, candidati elezione sicilia, Giancarlo Cancelleri, regionali sicilia candidati, voto M5S candidati

“Ad un anno dal nostro insediamento, il fondo per il micro credito alle imprese non è ancora pronto”. Stanno perdendo la pazienza i 14 parlamentari regionali del Movimento 5 Stelle che, dal momento in cui hanno ricevuto il primo stipendio dall’Assemblea regionale siciliana trattengono soltanto 2.500 euro e versano la maggior parte dell’indennità in un fondo che doveva servire a finanziare le piccole e medie imprese. Fondo che doveva essere incrementato con un contributo della Regione e attivato con un regolamento dell’assessorato all’Economia guidato da Luca Bianchi. Ma, a poco più di un anno dall’inizio della legislatura, i soldi sono ancora bloccati.

“Il Governo ha fin’ora lavorato alle priorità sbagliate. Vorrei proprio sapere dall’assessore Bianchi – attacca Giancarlo Cancelleri, capogruppo dei grillini all’Ars – perchè il fondo non è ancora stato attivato”. Il portavoce del Movimento di Beppe Grillo aveva più volte dichiarato di temere che, nonostante l’impegno dei suoi colleghi in Ars e la regolarità dei versamenti, la pratica si arenasse alla Regione al momento dell’attivazione. E così è stato.

Soddisfatto, invece, per il provvedimento di Sala d’Ercole per i Confidi. “Ci abbiamo creduto fin dall’inizio, ci siamo battuti e abbiamo vinto! – ha scritto sul suo profilo Facebook il parlamentare regionale – In Aula abbiamo dato il via alla legge in favore dei Confidi, di tutti i Confidi anche quelli piccoli, sbloccando 35 milioni di euro inceppati nelle beghe della burocrazia regionale dal 2009 e abbassando il punteggio di accesso in questo momento di crisi. Un aiuto per tutte le piccole e piccolissime imprese siciliane nato dall’interazione fra politica e aziende”.