regalare-libri-natale

Vendite “interessanti” nell’ultimo fine settimana per le librerie italiane. A confermalo Alberto Galla, presidente dell’Associazione librai italiani, che spiega che il libro rimane il “regalo rifugio” a cui gli italiani accorreranno negli ultimi giorni prima di Natale. “In termini assoluti in questi giorni la situazione appare positiva – sottolinea Galla – ma certo non si recupera il perduto dell’anno”.

La tendenza dei consumatori a privilegiare il dono utile e a prezzo contenuto premierà i libri, che proprio nei periodi di crisi recuperano vendite nel periodo natalizio. “Negli anni fiacchi le vendite di Natale sono interessanti – aggiunge – in particolare nei giorni a ridosso della festa”.

Le vendite maggiori – prosegue Galla – saranno quelle dei libri per ragazzi, che hanno risentito comunque meno della crisi; prosegue invece l’andamento negativo dei libri d’arte e d’alto prezzo. Per il 2014 c’è comunque “un filo di speranza”: la decisione del governo di adottare le detrazioni fiscali per l’acquisto di libri e l’istituzione del tavolo per il Piano nazionale della lettura fanno ben sperare i librai. “È importante che finalmente siano attivate politiche per il settore che chiedevamo da anni”.