google assolta in cassazione per il video di violenza su disabile

I tre manager di Google, coinvolti nel 2010 nel caso che ha visto la pubblicazione di un video di un giovane affetto dalla sindrome di Down picchiato dai compagni di scuola a Torino, sono stati assolti dalla terza sezione penale della Cassazione. Il video ottenne oltre 5500 visualizzazioni su youtube e dopo che è stato rimosso ha generato una lunga e impervia causa legale contro la società di internet.

In precedenza, il 24 febbraio del 2010, il Tribunale di Milano aveva condannato i manager, all’epoca dei fatti responsabili per il mercato italiano del servizio di video sharing, ad una pena di sei mesi di reclusione con sospensione della stessa. Il giudice Oscar magi riconobbe una violazione della legge sulla privacy, ma all’epoca lo stesso giudice li assolse dall’accusa di diffamazione. Per il giudice italiano era responsabilità di Google occuparsi dei contenuti e dei filtri o misure adeguate al contenimento dei video offensivi.