Andrè Villas Boas candidato alla panchina del Milan

Le prime indiscrezioni di mercato cominciano ad addensarsi intorno alla panchina del Milan. L’ultimo nome in ordine di tempo a venire accostato ai rossoneri è quello di Andrè Villas Boas, esonerato lunedì al Tottenham Hotspur. Il tecnico sarebbe stato contattato da alcuni intermediari del club in vista di un possibile incarico a partire dal primo luglio, al termine della scadenza del contratto di Massimiliano Allegri.

Il portoghese, però, avrebbe chiesto un po’ di tempo prima di dare una risposta. Il “Times” londinese, che ha pubblicato l’indiscrezione, scrive che la candidatura del portoghese avrebbe superato quelle di Filippo Inzaghi e Clarence Seedorf, da tempo considerati in pole position per la successione ad Allegri, il cui contratto non verrà rinnovato a fine stagione.

Villas Boas ha un solo precedente legato al nostro campionato, quando tra il 2008 e il 2009 ha lavorato come secondo di Josè Mourinho all’Inter. Successivamente le esperienze in patria alla guida dell’Academica Coimbra, del Porto, condotto alla vittoria di campionato, coppa nazionale ed Europa League e le due esperienze negative in Inghilterra alla guida di Chelsea e Tottenham.