Gli agenti del commissariato Brancaccio a Palermo hanno scoperto in piazzetta Sperone una bisca clandestina del gioco d’azzardo, organizzata e pianificata secondo la moderna logica dei giochi on line. Il blitz ha sorpreso una decina di persone impegnate in altrettanti personal computer.

I poliziotti hanno trovato cinquantasei computer disseminati nei 90 metri quadri dell’appartamento, una ventina dei quali collegati on line. Per gli agenti è plausibile che l’abitazione fosse stata adibita a centro di scommesse e giochi d’azzardo on line, se non ad un vero e proprio internet point, privo di qualsiasi autorizzazione in materia. La Polizia ha motivo di ritenere che quattro delle persone presenti gestissero il presunto giro di gioco d’azzardo.

Dei quattro uno è l’intestatario del contratto di locazione dell’immobile ed un altro è un giocatore professionista. Sospetta la provenienza dei personal computer sul cui conto nessuno dei presenti ha saputo fornire spiegazioni. I poliziotti hanno proceduto al sequestro preventivo dell’immobile e dei computer ed alla denuncia di quattro dei presenti per ricettazione ed esercizio di gioco d’azzardo. In arrivo anche sanzioni amministrative per l’assenza di autorizzazione alla realizzazione di internet point.