Dopo una lunga malattia, si è spento a 94 Mikhail Kalashnikov, inventore del fucile d’assalto AK-47 che ha preso il suo nome.

Kalashnikov era nato a Izhvesk, sugli Urali, nella provincia dell’Udmurtia, e lì si trovava ricoverato dal 17 novembre in rianimazione. I problemi di salute, soprattutto cardiaci, si erano presentati un anno fa.

Kalashnikov aveva vent’anni quando creò il fucile che l’ha fatto entrare nella storia: era appena finita la Seconda guerra mondiale e lui inventò una delle armi più riprodotte del ventunesimo secolo. Sono più di 100 milioni gli esemplari di Kalashnikov.