edward snoden, intervista washington post edward snowden, intervista snowden datagate, datagate, nsagate, nsa, snowden ho già vinto,

Sono passati sei mesi dall’inizio del Datagate e da allora la fuga di notizie ha svelato particolare sempre più inquietanti: adesso, per Natale, la talpa Edward Snowden canta vittoria: “Mission’s already accomplished”, la sua missione già è compiuta.

La talpa è a Mosca e per la prima volta parla alla stampa americana da giugno: . Il giornale designato è il Washington Post e sulle colonne dello storico quotidiano statunitense Snowden esprime tutta la sua soddisfazione: “La gente adesso è informata”.

“Ho già vinto. Per me, come soddisfazione personale, la missione è già compiuta”, afferma l’uomo che ha dato il via alla più grande fuga di notizia della storia “Da quando i giornalisti sono stati in grado di lavorare su quanto ho rivelato tutto è stato confermato”.

Questo tutto è un groviglio di intercettazioni in almeno 30 paesi tenuti sotto controllo dagli Stati Uniti, non per fini terroristici. Dalla furia di Angela Merkel a quella di Hollande, Snowden ha create più di qualche problemino al presidente Barack Obama e alla Nsa.