Ancora aumenti per le tariffe dell’energia elettrica che dal prossimo mese di gennaio registreranno un incremento dello 0,7 per cento. Invariate le quote del gas. Ogni famiglia pagherà in media 4 euro all’anno. La decisione è stata presa dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico con l’aggiornamento dei prezzi di riferimento per il trimestre gennaio – marzo 2014 per i consumatori serviti in tutela. Sono gli ultimi rincari, in ordine di tempo, che andranno a gravare sulle tasche degli italiani con l’arrivo del nuovo anno.

Sempre da gennaio entrerà in vigore il Metodo Tariffario Idrico basato, come si legge in una nota, “su una regolazione innovativa, diversificata e modulata sulle necessità specifiche a livello locale”. Verranno introdotti costi ambientali e misure anti-spreco volti a diminuire le perdite di rete, ad aumentare la diffusione sul territorio degli impianti di depurazione e a investire in nuovi sistemi fognari.

Per questi investimenti, così come evidenziato dall’Autorità, non basteranno le sole tariffe a reperire i fondi necessari ma dovranno essere previsti altri strumenti di finanziamento.