rifiuti, gestione rifiuti comuni palermitano, fit cisl ambiente, sindacati per rifiuti, regione sicilia rifiuti

Sono stati pubblicati i bandi di gara europei per la realizzazione a Gela, Messina ed Enna di tre piattaforme integrate per lo smaltimento dei rifiuti. Lo hanno annunciato il presidente della Regione Rosario Crocetta e l’assessore all’Energia Nicolò Marino.

Per quanto riguarda Gela è previsto l’ampliamento della discarica e la realizzazione di un impianto di bio-stabilizzazione della frazione umida dei rifiuti, in modo da rendere l’impianto stesso conforme a quanto previsto dalle direttive europee; per quanto attiene Enna è prevista una discarica con annesso impianto di bio-stabilizzazione; analogo l’intervento su Messina in cui verrà realizzato anche un impianto di smaltimento del percolato. Si tratta di impianti pubblici che vengono realizzati nell’ambito della struttura commissariale per l’emergenza rifiuti, dalla Regione siciliana.

Le discariche, concepite in modo tale da evitare ogni forma di inquinamento del territorio, servono a creare un’alternativa al modello prevalso in Sicilia di discariche in mano privata. Gli importi previsti sono circa 30 milioni per Gela, circa 20 per Messina e circa 20 per Enna. I progetti consentiranno di avviare nuove politiche di lavoro e sviluppo per le imprese e per i disoccupati. Si tratta di gare tutte di dimensione europea.