Juventus, Conte: “Vincere e basta” | I dubbi del Benfica: “L’Uefa non ci vuole in finale”

di Redazione

» Sport » Juventus, Conte: “Vincere e basta” | I dubbi del Benfica: “L’Uefa non ci vuole in finale”

Juventus, Conte: “Vincere e basta” | I dubbi del Benfica: “L’Uefa non ci vuole in finale”

| mercoledì 30 Aprile 2014 - 23:36
Juventus, Conte: “Vincere e basta” | I dubbi del Benfica: “L’Uefa non ci vuole in finale”

Ribaltare il risultato e conquistare la finale per alzare un trofeo in casa. L’obiettivo della Juventus è questo e soltanto questo. Antonio Conte sta caricando i suoi giocatori, ormai liberi mentalmente da impegni di campionato (lo scudetto è ormai una pura formalità -ndr-), per chiudere in bellezza una stagione da incorniciare.

“Dobbiamo vincere, non ci sono altri obiettivi – afferma Conte -. Sappiamo quello che dobbiamo fare, sono fiducioso e so che avremo alle spalle lo Juventus Stadium che ci spingerà e scenderà in campo con noi. Se abbiamo paura? Noi non conosciamo la parola paura, conosciamo la parola rispetto. La parola paura non fa parte del nostro vocabolario”.

In casa Benfica, invece, spira un’aria diversa. Il 2-1 dell’andata non rende così sicuri i portoghesi. E dal vicepresidente, Silvio Cervan, arrivano sospetti che nulla hanno a che vedere con il calcio giocato: “L’Uefa vorrebbe la Juventus in finale. La storia e l’importanza dei bianconeri e, non ultime, le questioni commerciali, spingono verso questa ipotesi. Il calcio è bello se giocato solo dentro il campo, ma se entrano ion gioco altri interessi allora non vale nemmeno la pena scendere in campo”.

Dubbi che Cervan non ha remore nel rendere pubblici: “Se la Juventus dovesse vincere avrebbe nell’albo d’oro un club di peso e tradizione. E sarebbe un’ulteriore ritorno per la Supercoppa Europea. Noi però non siamo da meno, il ranking lo dimostra e il nostro tecnico sa come riuscire a giocarsi questa partita e a vincerla”.

Jorge Jesus vuole parlare solo di questioni di campo: “Siamo in vantaggio, ma non cambieremo il nostro atteggiamento. Dobbiamo segnare, perché da un gol può passare la nostra qualificazione. Abbiamo giocatori di qualità e quindi possiamo impostare una gara offensiva. La Juventus è una grande squadra, ma l’affronteremo come abbiamo sempre fatto contro ogni avversario”.

In vista dell’impegno di giovedì sera Conte ha quasi del tutto recuperato gli indisponibili. Quindi in campo dal primo minuto dovrebbero esserci sia Barzagli che Vidal. Caceres e Marchisio dovrebbero tornare in panchina. per il resto formazione confermata con il tandem Llorente-Tevez in attacco.

Tra i portoghesi saranno del match anche Gaitan e Salvio, fermati da un infortunio all’andata. Jesus recupera anche Luisao e Artur che non avevano giocato nell’ultimo impegno di Coppa di Lega. Ancora assenti Silvio e Fejsa, mentre si recherà a Torino per star vicino ai suoi compagni anche lo squalificato Gomes.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820