Aggiornato alle: 10:56

Crocetta ai deputati: “Votare subito la finanziaria”

di Claudio Porcasi

» News dalle province » Crocetta ai deputati: “Votare subito la finanziaria”

Crocetta ai deputati: “Votare subito la finanziaria”

| lunedì 05 Maggio 2014 - 18:58
Crocetta ai deputati: “Votare subito la finanziaria”

“Sono stanco di questo continuo appello al voto di molti deputati. Dovrebbero applicarsi ad approvare la nuova manovra finanziaria che si può fare in due giorni invece di perdere tempo. Una manovra che risolverebbe tutti i problemi, a cominciare dai precari”.

Il presidente della Regione scende ancora una volta in campo con il suo tradizionale stile e “tuona” contro i deputati regionali impegnati nella campagna elettorale per le Europee e in continui appelli che farebbero solo perdere tempo.

“I comuni si lamentano – dice Crocetta – che non ricevono i soldi. In realtà abbiamo avuto delle difficoltà tecniche e altri problemi legati proprio alla trattativa con l’Anci. Il problema principale riguarda gli oneri nella gestione dei rifiuti che secondo noi deve essere totalmente a carico dei comuni”.

Crocetta, poi, scarica ogni colpa sui sindaci. “In finanziaria – aggiunge – stanzieremo i fondi necessari a salvare dal dissesto 41 comuni siciliani, finiti in questa situazione per colpe degli amministratori locali, non della Regione. I loro debito li ripagheranno in 10 anni”.

Ma il presidente della Regione interviene anche sull’allarme legato alla mancata immissione in servizio dei precari di vari settori pubblici regionali: “Per quanto riguarda i consorzi di bonifica i fondi necessari al pagamento dei dipendenti non possono essere erogati perché molti di questi consorzi non hanno ancora approvato i bilanci”.

“Domani – dice l’assessore all’economia Roberto Agnello – presenteremo una soluzione in commissione bilancio che ci consenta di sbloccare gli stipendi. Ma continueremo a lavorare parallelamente alla manovra bis, consentendo a tutte le forze politiche di entrare nel merito in commissione bilancio per portare il testo in aula. La manovra in totale ammonterà a 100 milioni di euro”.

Crocetta azzarda anche una previsione sulla chiusura del bilancio di quest’anno: “Chiuderemo con un attivo di 100 milioni di euro”.

“Vogliamo assicurare il sussidio anche agli ex Pip che hanno rispettato le regole – aggiunge ancora Crocetta -. Chi ha continuato a commettere reati resterà fuori. Il nostro obiettivo è garantire gli stipendi almeno fino a luglio. Dopo la fine della campagna elettorale troveremo una soluzione più duratura”. In materia di Pip precisa meglio il contesto l’assessore al lavoro Giuseppe Bruno: “Saranno esclusi dal bacino emergenza Palermo tutti coloro che hanno commesso reati gravi dopo il 2001: si tratta di 250 soggetti. Altri 471 seguiranno dei percorsi di recupero non in uffici pubblici perché incompatibili con il lavoro nella pubblica amministrazione. 200 circa sono già stati esclusi per reddito Isee superiore ai limiti previsti. Gli altri 2100 resteranno alle stesse condizioni di prima”.

Per quanto riguarda la Formazione interviene l’assessore Scilabra: ”A breve, entro fine mese, usciranno i bandi del Piano giovani – dice -. Abbiamo aspettato di avviare garanzia giovani (youth garanthee) per rendere complementari i due percorsi”. Gli fa eco l’assessore Bruno: “1800 dipendenti degli sportelli saranno utilizzati” mentre Crocetta garantisce: “Domani saranno sbloccate le ultime tre mensilità per questi dipendenti”.

Bruno torna, poi, sui cantieri di servizio: “Abbiamo sollecitato i comuni ad accelerare le procedure per avviare i 57 cantieri di sevizio ai quali abbiamo dato il via libera ma la nostra scommessa è avviare il progetto di sviluppo attraverso l’attivazione di un tavolo con confindustria, sindacati e università”.

Ma Crocetta non perde l’occasione per parlare anche della polemica sulle auto blu “Il numero di macchine è lo stesso di quelle delle due giunte precedenti. Costano perché si tratta di auto blindate, così come ha deciso che deve essere il ministero dell’interno. La legge prevede che le scorte siano a carico dello Stato, le auto a carico della Regione. Non mi devo vergognare di questo. Devo pagare la colpa di essere condannato a morte dalla mafia? Vi rivelo che una volta a Bruxelles la scorta me l’hanno fatta due Seicento inviate da alcuni amici. In realtà sulle auto io risparmio 4 milioni di euro all’anno laddove la spesa è discrezionale“.

Il governatore, infine, parla anche del caso Raciti. “Stiamo ultimando le pratiche per conferire la medaglia d’oro al valor civile all’ispettore Fausto Raciti. Spero di riuscire a consegnarla alla vedova il 15 maggio, in occasione della festa della Regione”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it