Aggiornato alle: 10:02

Ferragosto tra spiagge e tempo incerto | La strana estate italiana al giro di boa

di Redazione

» Costume » Ferragosto tra spiagge e tempo incerto | La strana estate italiana al giro di boa

Ferragosto tra spiagge e tempo incerto | La strana estate italiana al giro di boa

| giovedì 14 Agosto 2014 - 19:30
Ferragosto tra spiagge e tempo incerto | La strana estate italiana al giro di boa

Le spiagge affollate, i centri delle città d’arte ad uso esclusivo dei turisti, le grigliate con gli amici, i musei aperti, la solidarietà, gli albergatori che cominciano a tirare le prime somme aggiungendo agli immancabili mugugni di ogni anno la disperazione per un luglio funestato dal maltempo: il solito Ferragosto italiano va in scena anche quest’anno.

Così, prima di iniziare a fare i conti con il ritorno in città, gli italiani si godono la giornata da sempre nel nostro paese simbolo di vacanza: con un occhio alle previsioni meteo che, per domani, parlano di tempo instabile al nord, con piogge e temporali su Veneto, Friuli Venezia Giulia e Emilia Romagna, e sole al Sud e sulle regioni centrali, ad eccezione di qualche scoscio di pioggia su Umbria e Marche. Secondo la Coldiretti, in 300mila si siederanno a tavola negli agriturismi mentre solo il 15% degli italiani passerà Ferragosto secondo tradizione, con un picnic all’aria aperta con barbecue o al sacco mentre il 50%, complice anche il maltempo, resterà a casa propria e l’11% in quella di parenti e amici.

Per chi non ha possibilità economiche o semplicemente è solo, la comunità di Sant’Egidio a Roma organizza la tradizionale cocomerata alla mensa di viale Trastevere: tra migranti, senza fissa dimora e amici sono previste circa duemila persone. Anche domani, inoltre, saranno garantite le cene itineranti nelle stazioni. Oltre 70 mila sono invece gli italiani e gli stranieri presenti nel nostro Paese che utilizzeranno i treni ad alta velocità e quelli regionali di Trenitalia. Gli hub ferroviari dove si concentrerà il maggior flusso di passeggeri, dice la società, sono Roma e Milano nei quali sono previsti in partenza e in arrivo rispettivamente 165 mila e 210 mila viaggiatori.

Per tutto il periodo estivo Trenitalia ha potenziato per tutto i presidi di assistenza ai clienti nelle principali stazioni. Aperti praticamente tutti i musei, le ville, i siti archeologici, i castelli e i monumenti statali. E per alcuni dei più importanti luoghi d’interesse culturale, dal Colosseo agli Uffizi, da Pompei a Brera, l’apertura sarà doppia grazie alla possibilità di effettuare le visite serali. Siti sui quali vigilano spesso gli uomini e le donne dell’Esercito italiano. Sono circa 4mila quelli che anche domani svolgeranno attività di pattugliamento delle città, di vigilanza ad obiettivi sensibili ed a centri per immigrati. Da ieri inoltre alcuni militari sono impegnati sulle spiagge di Rimini assieme alle forze dell’ordine nell’ambito della direttiva del Viminale per il rafforzamento dei controlli anti-abusivismo.

Tante comunque le iniziative in programma. A Cervia il Ferragosto passerà ad esempio con le celebrazioni dei sessant’ anni di ‘Romagna mia’, inno nazional-popolare di intere generazioni. Dopo un breve percorso in mare sul ‘bragozzo’ – l’antica imbarcazione dei pescatori cervesi – scenderanno sulla spiaggia sei protagonisti della stagione letteraria: Stefano Tura, Cino Ricci, Italo Cucci, Marina Ripa di Meana, Salvatore Giannella e Silvia Ballestra. A Milano sarà invece possibile ballare il tango in piazza grazie all’ ‘Orquesta tipica Alfredo Marcucci. Ferragosto in tono minore sulle spiagge del Veneto, dove difficilmente ci sarà il sold out degli anni d’oro. E non se la passano neanche troppo bene Venezia, anche se la città non ha ha mai brillato ad agosto per performance turistiche, e Cortina, tutto il tutto esaurito ferragostano era una certezza.

Quest’anno, oltre alla crisi, ci ha messo lo zampino anche il tempo, limitando l’occupazione alberghiera a poco più del 70%. Ferragosto col pienone, invece, a Capri: l’isola azzurra quest’anno ha registrato il record di presenze negli alberghi. Il magnate russo Dimitry Arzhanov ha prenotato un intero cinque stelle, il Capri Palace, e il lido del Faro per festeggiare il suo compleanno con più di cento invitati. Niente mare, infine, per i turisti che hanno scelto i bagni San Nazaro e Scogliera Nervi a Genova: gli stabilimenti chiudono proprio questi giorni per uno sciopero dei bagnini e degli operatori. La palma della migliore iniziativa va però a dei venditori ambulanti beccati dalla polizia municipale a Diano Marina: in pieno agosto si sono messi a vendere sulle spiagge i cappelli di Babbo Natale.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it