Aggiornato alle: 18:27

U21, l’Italia batte la Serbia in rimonta (3-2) e si avvicina agli Europei

di Emanuele Termini

» Sport » U21, l’Italia batte la Serbia in rimonta (3-2) e si avvicina agli Europei

U21, l’Italia batte la Serbia in rimonta (3-2) e si avvicina agli Europei

| venerdì 05 Settembre 2014 - 23:02
U21, l’Italia batte la Serbia in rimonta (3-2) e si avvicina agli Europei

Successo importantissimo per la Nazionale U21 di Gigi Di Biagio. All’Adriatico di Pescara gli azzurrini vincono 3-2 contro la Serbia ottenendo la possibilità di giocarsi la qualificazione agli Europei di categoria martedì prossimo contro Cipro.

L’avvio di gara dell’Italia è infatti traumatico. La Serbia passa in vantaggio dopo soli nove minuti: Pesic semina Antei, approfitta di un intervento maldestro di Bianchetti e realizza la rete dell’1-0 con la complicità di Bardi. Quattro minuti più tardi Pesic trova nuovamente la via del gol sfruttando una difesa azzurra totalmente impreparata in occasione di un calcio d’angolo avversario. Il numero 8 serbo svetta di testa e ammutolisce l’Adriatico con una realizzazione perfetta.

Dopo attimi di totale disorientamento, l’11 del ct Di Biagio decide di cambiare totalmente approccio alla gara. Andrea Belotti, ariete rosanero, approfitta di una punizione di Biraghi che si infrange sulla barriera avversaria riuscendo a realizzare di potenza il gol dell’1-2. L’assedio azzurro prosegue senza sosta fino allo scadere  dei 5 minuti di recupero del primo tempo quando un calcio di rigore procurato e realizzato da uno scatenato Belotti consente di agguantare l’insperato pareggio.

Il secondo tempo si apre con ritmi decisamente più blandi, ma le occasioni da gol per l’Italia continuano a fioccare. Berardi impensierisce Dmitrovic prima con una conclusione che termina di poco a lato e poi con un palo che strozza l’urlo dei tifosi azzurri. Al 75′ la rimonta è compiuta: Domenico Berardi si libera sul vertice sinistro dell’area serba, salta un uomo, carica il tiro e trova il gol grazie anche ad un intervento non proprio impeccabile del portiere avversario.

Nel finale la Nazionale azzurra mette in cassaforte il risultato gestendo senza sbavature un incontro avvincente e con continui capovolgimenti di fronte. La Serbia, che precedeva nel girone i parietà azzurri di un punto, cede così il passo all’Italia che adesso potrà ambire al primo posto attualmente occupato dal Belgio.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it