Catania, Serie B, Catania-Bari, Risultato Catania-Bari

Il Catania di Beppe Sannino batte il Pescara e mette in cassaforte i primi tre punti stagionali. Al Massimino termina 2-1, a segno Rosina, Melchiorri e Calaiò.

Avvio sprint del Catania. Fallaccio di Pesoli su Rosina e calcio di rigore per gli etnei dopo soli due minuti di gioco. Dagli undici metri il numero dieci non sbaglia, padroni di casa subito in vantaggio.

Quello rossazzurro, però, è solo un fuoco di paglia. Il Pescara si rialza immediatamente mettendo in seria difficoltà la retroguardia avversaria. Melchiorri trova la rete al 21′ con una bella conclusione a giro dal vertice destro dell’area.

La formazione abruzzese pressa alto, chiude bene gli spazi e riparte veloce. Tanti brividi per il Massimino in chiusura di tempo, prima Bjarnason e poi Melchiorri falliscono due ghiotte occasioni per portarsi sul meritato vantaggio.

Negli spogliatoi Sannino deve avere strigliato i suoi ragazzi, perchè al rientro in campo si presenta un altro Catania. I rossazzurri si riportano in vantaggio al 50′: Emanuele Calaiò, servito da Jankovic, batte Fiorillo con un potente rasoterra che Fiorillo non riesce a trattenere.

Alcune imperfezioni rimangono, specie in fase in fase di impostazione, ma le occasioni da gol dei padroni di casa diventano più numerose. Calaiò impegna nuovamente Fiorillo con un tiro da fuori area, poi Gyomber viene espulso per una rissa con Pucino. Al 96′ palo clamoroso del Pescara, ma è troppo tardi.  Il Massimino torna a festeggiare, il Pescara rimane ultimo con tre punti in classifica.