Pari giusto tra Italia e Croazia: a San Siro è 1-1FT. Candreva apre le marcature, poi il pari di Perisic

di Emanuele Termini

» Sport » Pari giusto tra Italia e Croazia: a San Siro è 1-1FT. Candreva apre le marcature, poi il pari di Perisic

Pari giusto tra Italia e Croazia: a San Siro è 1-1FT. Candreva apre le marcature, poi il pari di Perisic

| domenica 16 Novembre 2014 - 20:34
Pari giusto tra Italia e Croazia: a San Siro è 1-1<u><b><font color=”#343A90”>FT</font></u></b>. Candreva apre le marcature, poi il pari di Perisic

Un buon pari per la Nazionale di Antonio Conte nel big match del gruppo H contro la Croazia. Gli azzurri passano in vantaggio al 10′ con un gran tiro dalla distanza di Candreva, dopo 4′ arriva il pari di Perisic con la decisiva complicità di Buffon che manca il contatto con il pallone. Nel secondo tempo la Croazia parte fortissimo mettendo in seria difficoltà i padroni di casa sino al 30′ quando la gara viene interrotta da Kuipers per lancio di fumogeni. Una volta ripreso il gioco, l’Italia riprende le redini dell’incontro riuscendo a schiacciare la formazione di Kovac nella propria metà campo. Perisic fallisce il colpo dell’1-2 a pochi minuti dal termine, a San Siro termina 1-1. Italia e Croazia continuano a guidare il Girone H, ma attenzione alla Norvegia che incombe ad un solo punto di distanza

Il ct azzurro Antonio Conte è visibilmente soddisfatto, nonostante l’infermeria continui a rimanere piena:  “Non era semplice, si è messo di mezzo anche il problema di Pasqual. Abbiamo fatto debuttare Soriano in una partita contro una squadra più rodata di noi – dichiara alla Rai – con grande esperienza e qualità. La nostra è una squadra che non si arrende, che ha voglia di fare ma che può dare di più”.

“Il cambio di modulo era necessario perché per via degli infortuni la situazione era “raffazzonata” – prosegue Conte – abbiamo usato la difesa a 4 e abbiamo perso un po’ i punti di riferimento, ma c’è comunque stata la voglia di raccogliere un risultato positivo. Gli esordienti? Abbiamo bisogno di tutti, da El Shaarawy a Pellé, da Soriano a Bonaventura. Si sono comportati bene, abbiamo bisogno di gente che porti entusiasmo”.

Il primo dei giocatori ad intervenire ai microfoni della Rai è stato il milanista El Shaarawy, questa sera uno dei migliori in campo: “Sono molto contento di essere tornato in Nazionale. Abbiamo giocato una buona partita e siamo soddisfatti della prestazione. Srna spingeva molto sul mio out, il ct mi ha chiesto di marcarlo quando attaccava. All’inizio abbiamo sofferto, poi siamo riusciti ad uscire creando anche qualche occasioni e peccato per il gol mancato”.

“Quella croata è un’ottima squadra – prosegue il ‘Faraone’ -, ha sviluppato un gran gioco ma noi non ci siamo demoralizzati. Balotelli? Gli faccio un in bocca al lupo per l’infortunio e spero torni presto in Nazionale perchè è un grande giocatore”.

Il punto su Girone H. La Norvegia torna prepotentemente in corsa per la vetta della classifica, il successo sul campo dell’Azerbaijan vale il terzo posto a quota nove punti. Alla Bakcell Arena decide la rete nel primo tempo di Nordtveit (25′), azeri ultimi. Delude la Bulgaria nel match casalingo contro Malta. Padroni di casa in vantaggio con la rete dell'”avellinese” Galabinov, ma in apertura di secondo tempo Failla (49′) fissa il punteggio sull’1-1 finale. Questa la classifica dopo quattro partite: Croazia 10, Italia 10, Norvegia 9, Bulgaria 4, Malta 1, Azerbaijan 0.

DI SEGUITO LA CRONACA MINUTO PER MINUTO DEL MATCH

22.51 – FISCHIO FINALE, ITALIA E CROAZIA PAREGGIANO 1-1

45′ s.t – Ci saranno tre minuti di recupero

41′ s.t – Croazia vicinissima al raddoppio. Contropiede di Perisic che a tu per tu con Buffon calibra male il diagonale, pallone di poco a lato

37′ s.t – BADELJI ENTRA IN CAMPO AL POSTO DI BROZOVIC

35′ s.t – Si gioca su ritmi alti, partita divertente

31′ s.t – Italia pericolosa con El Shaarawy, adesso gli azzurri giocano bene

22.33 – RIPRENDE LA GARA, MA LA SITUAZIONE RIMANE ANCORA CALDA SUGLI SPALTI

22.26 – Continua il lancio di petardi e fumogeni in campo. La polizia interviene con le prime cariche nel settore ospiti

30′ s.t – KUIPERS INTERROMPE LA GARA, SQUADRE MOMENTANEAMENTE NEGLI SPOGLIATOI

27′ s.t – Gioco interrotto per un copioso lancio di fumogeni in campo da parte dei tifosi croati. Intervengono le forze dell’ordine in tenuta anti-sommossa

24′ s.t – SECONDO CAMBIO PER LA CROAZIA: ENTRA KRAMARIC, FUORI OLIC

22′ s.t – Grandissima iniziativa di El Shaarawy che lascia partire un destro potente da fuori area. Il pallone termina alto, Subasic in apprensione

19′ s.t – AMMONITO PERISIC

19′ s.t – Contropiede pericoloso dei croati, ma la copertura di Chiellini è impeccabile.

17′ s.t – TERZO CAMBIO PER CONTE: DENTRO PELLÈ, FUORI UN ESAUSTO ZAZA

15′ s.t – Colpo di testa di Perisic su calcio di punizione battuto da Rakitic, la palla si spegne sul fondo

13′ s.t – Possesso palla impressionante degli ospiti, Conte chiede ai suoi di alzare il baricentro del gioco

9′ s.t  – Pasticcio difensivo della retroguardia azzurra, Buffon è costretto a spazzare in fallo laterale. Italia in difficoltà

7′ s.t – IMMOBILE LASCIA IL CAMPO, AL SUO POSTO ENTRA EL SHAARAWY

5′ s.t – Buffon disinnesca il tentativo dell’interista Mateo Kovacic, la Croazia si riversa in attacco

3′ s.t – Parte subito bene l’Italia che si rende pericolosa con una buon contropiede finalizzato dal tiro di Zaza, Subasic si distende bloccando la conclusione

1′ s.t – AMMONITO IMMOBILE

21.53 – INIZIA IL SECONDO TEMPO

49′ p.t – FINISCE IL PRIMO TEMPO

46′ p.t – Croazia vicinissima al vantaggio con un colpo di testa di Olic che Ranocchia è bravo a respingere sulla linea

43′ p.t – Nuovo tentativo da fuori area di Rakitic, il pallone termina abbondantemente a lato senza impensierire Buffon

41′ p.t – Italia in controllo del match, ma il pressing alto degli avversari non agevola la manovra azzurra

36′ p.t – AMMONITO KOVACIC

31′ p.t – Ottima occasione per l’Italia. Immobile apre bene per Candreva, il numero 6 azzurro crossa al centro dell’area dove Immobile non riesce a centrare lo specchio della porta con un colpo di testa

30′ p.t – Azzurri in difficoltà nelle ripartenze, il centrocampo croato è bravo a chiudere subito gli spazi

26′ p.t – ANCHE PASQUAL ALZA BANDIERA BIANCA, ENTRA L’ESORDIENTE SORIANO

26′ p.t – ESCE MODRIC PER INFORTUNIO, AL SUO POSTO KOVACIC

24′ p.t – Problemi per Modric e Pasqual, non si escludono sostituzioni

21′ p.t – Tentativo dalla distanza di Brozovic, ma la sua conclusione termina abbondantemente alta sopra la traversa

16′ p.t – Lancio di fumogeni da parte dei tifosi croati, delegati Uefa a consulto

14′ p.t – GOL DI PERISIC. Brutto errore di Buffon che non controlla il tiro di Perisic dal limite sinistro dell’area

10 ‘ p.t – GOL DI CANDREVA. L’Italia passa in vantaggio alla prima conclusione verso la porta avversaria: il centrocampista laziale approfitta di una respinta della difesa croata per poi esplodere un destro che non lascia scampo a Subasic

6′ p.t – Croazia pericolosissima sugli sviluppi del corner. Vida colpisce sottoporta, ma Buffon è bravo ad uscire in scivolata

5′ p.t – Primo tentativo della Croazia che impegna Buffon con una conclusione dalla distanza di Rakitic

1′ p.t – Ritmi subito alti per le due formazioni. Tifo caldo a San Siro, circa cinquemila i tifosi croati presenti sugli spalti

20.47 – Fischio d’inizio a San Siro

20.40 – Squadre in campo per gli inni nazionali

Esame di maturità per la Nazionale azzurra di Antonio Conte. A San Siro l’Italia se la vedrà con la Croazia, formazione sin qui imbattuta nel girone H con tre vittorie, nove gol realizzati e nessuno subito. Tante le assenze alla vigilia per il ct azzurro che ha dovuto rinunciare a Verratti, Pirlo, Ogbonna e Balotelli, in campo dal primo minuto un centrocampo inedito con Candreva, Marchisio e De Rossi a formare la diga mediana. Una vera e propria bestia nera la Nazionale croata per l’Italia, visto che su sette confronti si registrano ben tre affermazioni croate, mentre l’unica vittoria dell’Italia risale al primo confronto in assoluto ( amichevole del 5 aprile 1942 vinta 4-0 grazie ai gol di Gabetto, Ferraris, Biavati e Grezar).

LE FORMAZIONI UFFICIALI

ITALIA (3-5-2): Buffon; Chiellini, Ranocchia, Darmian; Pasqual, De Sciglio, Candreva, De Rossi, Marchisio; Immobile, Zaza. All. Conte.

CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Srna, Corluka, Vida, Pranjic; Brozovic, Modric; Perisic, Rakitic, Olic; Mandzukic. All. Kovac.

IL TABELLINO DEL MATCH

ITALIA (3-5-2): Buffon; Chiellini, Ranocchia, Darmian; Pasqual (dal 26′ Soriano), De Sciglio, Candreva, De Rossi, Marchisio; Immobile (dal 7′ st El Shaarawy), Zaza (dal 17′ st Pellè). All. Conte. CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Srna, Corluka, Vida, Pranjic; Brozovic (dal 37′ st Badelji), Modric (dal 26′ Kovacic); Perisic, Rakitic, Olic (dal 24′ st Kramaric); Mandzukic. All. Kovac. ARBITRO: Bjorn Kuipers. MARCATORI: Candreva (10′), Perisic (14′). AMMONITI: Kovacic (C), Immobile (I), Perisic (C). ESPULSI:

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820