Aggiornato alle: 13:06

Spaccio di droga, furti e ricettazione, 16 arresti | Identificati quattro gruppi di pusher /VIDEO

di Redazione

» Cronaca » Spaccio di droga, furti e ricettazione, 16 arresti | Identificati quattro gruppi di pusher /VIDEO

Spaccio di droga, furti e ricettazione, 16 arresti | Identificati quattro gruppi di pusher /VIDEO

| giovedì 04 Dicembre 2014 - 07:56

Sedici persone sono state arrestate tra Palermo e Termini Imerese dai carabinieri nell’ambito dell’operazione “Aquarium”. Tre persone sono finite in carcere e 13 agli arresti domiciliari. Notificate anche cinque misure cautelari dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Le accuse sono di detenzione e spaccio di stupefacenti, furto aggravato e ricettazione in concorso, estorsione, rapina impropria e detenzione abusiva di armi.

Gli arrestati sono: in carcere Giuseppe Virzì, detto Ivan, 39 anni, Salvatore Augusta, 45 anni, Giuseppe Augusta, 22 anni. Agli arresti domiciliari: Paolo Genovese, 28 anni, Giuseppe Di Maria, 57 anni, Mario Cangelosi, 36 anni, Antonella Vitale, 31 anni, Francesco Gazzano, 27 anni, Gianluca Fasone, 36 anni, Maria Lauretana Governara detta “Valentina”, 27 anni, Rosa Mantia, 25 anni, Carmela Scarcipino Pattarello, 45 anni, Francesco Duca, 26 anni, Rosario Cozzo, 26 anni, Orazio Cefalù, 25 anni. Hanno l’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria. Salvatore Boscarino, 21 anni, Dario Cilfone, 28 anni, Silvio Giuseppe Napolitano, 20 anni, Alessio Napolitano, 22 anni, Agostino Contino, 30 anni.

Una tranche delle indagini, avviate nel dicembre 2012, ha riguardato quattro gruppi indipendenti di pusher che smerciavano hashish e cocaina a Termini Imerese e Palermo e alcuni grossisti dai quali si rifornivano. Nell’ambito di queste attività investigative sono state arrestate in flagranza 6 persone e altre 10 segnalate alla prefettura, sequestrati 20 grammi di cocaina e 150 di hashish, oltre a mille euro in contanti.

Un altro filone di indagine è relativo a furti presso esercizi commerciali e alla ricettazione della merce trafugata. Altri indagati sono ritenuti autori di scippi, a volte trasformatisi in rapine a danni di anziani di Termini Imerese. È stata infine fatta luce su due estorsioni col sistema del “cavallo di ritorno”, ossia il riscatto chiesto per restituire ai proprietari motociclette rubate.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820