Oms, la Giornata mondiale della Salute: la sicurezza alimentare come tema di quest’anno

di Redazione

» Salute » Oms, la Giornata mondiale della Salute: la sicurezza alimentare come tema di quest’anno

Oms, la Giornata mondiale della Salute: la sicurezza alimentare come tema di quest’anno

| martedì 07 Aprile 2015 - 11:26
Oms, la Giornata mondiale della Salute: la sicurezza alimentare come tema di quest’anno

Lla Giornata mondiale della Salute del 2015, che si celebra ogni anno nell’anniversario della fondazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), avvenuta nel 1948, ha come tema quest’anno la sicurezza alimentare: “La produzione del cibo è sempre più industrializzata e il commercio e distribuzione sono globali – ha commentato Margaret Chan, direttore generale dell’Oms – Questi cambiamenti portano molteplici nuovi rischi per i cibi di essere contaminati con batteri, virus, parassiti o sostanze chimiche. Un problema legato alla sicurezza del cibo e alla salute umana in una situazione locale può diventare velocemente una emergenza globale. La cosa è ancor più complessa quando l’alimento confezionato ha ingredienti che arrivano da vari Paesi”.

“From farm to plate, make food safe” è lo slogan dell’edizione di quest’anno, che in italiano si traduce: “Dalla fattoria alla tavola, rendiamo il cibo più sicuro”. L’Oms sta conducendo un’ampia analisi sull’incidenza mondiale delle malattie di origine alimentare: dai dati del 2012 è emerso che nel mondo sono stati 582 milioni i casi di patologie enteriche di origine alimentare, che hanno portato a 351mila decessi, la maggior parte dei quali dovuti all’agente patogeno Salmonella Typhi (52mila morti), Escherichia Coli (37mila) e norovirus (35mila). Oltre il 40% delle persone colpite ha meno di 5 anni.

Il problema comporta anche un rischio economico, come segnala l’Oms in una nota: l’emergenza E. coli del 2011 in Germania ha causato complessivamente una perdita di 1,3 miliardi di dollari per le aziende agricole e industrie e 236 milioni di dollari di aiuti per l’emergenza nei 22 stati dell’Unione Europea.

Come avere dunque cibi sicuri? Il ruolo dei governi è fondamentale lungo tutta la catena che dalla produzione conduce al consumo del cibo, garantendo anche gli adeguati controlli transfrontalieri. Anche l’educazione gioca un ruolo importante affinché tutti conoscano e rispettino le misure minime di igiene nel maneggiare, preparare e consumare i cibi. L’OMS ha redatto una lista di cinque punti chiave per “alimenti più sicuri”: massima attenzione alla pulizia, separare sempre gli alimenti crudi da quelli cotti, cuocere bene gli alimenti, mantenerli alla giusta temperatura e utilizzare solo acqua e materie prime sicure.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820