Elezioni in Gran Bretagna, vince Cameron | Ora il referendum sulla permanenza nella Ue

di Redazione

» Esteri » Elezioni in Gran Bretagna, vince Cameron | Ora il referendum sulla permanenza nella Ue

Elezioni in Gran Bretagna, vince Cameron | Ora il referendum sulla permanenza nella Ue

| venerdì 08 Maggio 2015 - 07:14
Elezioni in Gran Bretagna, vince Cameron | Ora il referendum sulla permanenza nella Ue

Lo spoglio delle schede ha confermato quanto già gli exit poll avevano anticipato, e cioè la vittoria dei Conservatori di David Cameron  alle elezioni per il rinnovo della Camera dei comuni, in Gran Bretagna. I Tory hanno ottenuto la maggioranza assoluta, a 331 seggi su 650. I Laburisti si sono fermati a 232 e i nazionalisti scozzesi a 56. Otto seggi per i Dem e gli Unionisti del Dup, uno per l’Ukip di Nigel Farage. David Cameron vede, adesso, “un futuro più roseo per tutti”. Ed Miliband, il capo dei Laburisti, il liberaldemocratico Nick Clegg e il Nigel Farage, che pure ha preso quasi il 13% dei voti, si sono dimessi in rapida successione.

Here’s to a brighter future for everyone.

Posted by David Cameron on Giovedì 7 maggio 2015

Il leader laburista sconfitto alle urne sembra quindi intenzionato a rassegnare le dimissioni, dopo 5 anni: “Chiaramente, questa è stata una serata molto deludente e difficile per il partito Laburista. Voglio dire grazie a ogni membro del partito e a ogni sostenitore. Il prossimo governo ha una responsabilità enorme per riunire il nostro paese. Ciò che ci unisce è molto, molto più di quello che ci divide”.

This has clearly been a very disappointing and difficult night for the Labour party. To every member and supporter, I…

Posted by Ed Miliband on Giovedì 7 maggio 2015

Successo plebiscitario, invece, stando sempre alla Bbc, per gli indipendentisti scozzesi dello Snp, che avrebbero conquistato in Scozia in 56 collegi su 59, ottenendo 52 deputati in più rispetto alle precedenti elezioni.

La vittoria dei Conservatori potrebbe avere un impatto anche sul futuro della Unione europea. Uno degli impegni di Cameron in campagna elettorale era quello di indire un referendum sulla permanenza della Gran Bretagna nell’Ue. E infatti arriva la conferma sul referendum “sul nostro futuro in Europa”. Parlando dall’ingresso di Downing Street, il premier ha poi annunciato di aver “visto la regina” e che formerà “un nuovo governo”.

Una conseguenza il voto l’ha già avuta suimercati finanziari, con la sterlina che ha guadagnato oltre due centesimi sul dollaro, a un cambio di 1,55.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820