Aggiornato alle: 17:59

Mancini e la sfida infinita: “Inter, batti la Juve e sarà Europa”

di Redazione

» Sport » Mancini e la sfida infinita: “Inter, batti la Juve e sarà Europa”

Mancini e la sfida infinita: “Inter, batti la Juve e sarà Europa”

| venerdì 15 Maggio 2015 - 16:10
Mancini e la sfida infinita: “Inter, batti la Juve e sarà Europa”

Vincere con la Juve e volare verso l’Europa, altrimenti sarà disfatta totale. Il tecnico dell’Inter Roberto Mancini non usa mezze misure: ” Il torneo è praticamente finito, ci resta questa partita poi Genova e poi l’Empoli. E stop. Comunque sì, è un po’ l’ultima chiamata. Soffriamo un po’ San Siro, un po’ perché qualche volta gli avversari si difendono e noi facciamo fatica a trovare spazi, un po’ perché davanti al nostro pubblico succede così…

“Quando siamo in trasferta siamo più tranquilli, più leggeri, più sciolti – prosegue il “Mancio” – Il mio bilancio dell’annata è buono dal punto di vista della squadra perché è migliorata. Per quel che riguarda la classifica pensavo di più. Abbiamo perso punti in maniera sbagliata, penso a quelli contro Cesena, Parma, Udinese, Samp, tanti. La sanzione-Uefa? Sarà difficile fare pareggiare acquisti e cessioni, ma ho letto che la Uefa ha apprezzato gli sforzi che ha fatto il club”.

Il futuro, però, resta più azzurro che nero: “Thohir farà investimenti perché vuole un’Inter vincente. Darder? Non confermo che sia fatta, è bravo ma è stato osservato come tanti altri”. E sul possibile cambio di panchina: “Io al Real Madrid? No, troppo forti per me: io vado nelle squadre in cui si deve ricostruire”. Poi, il solito capitolo cessioni: “Vogliamo tenere i migliori. Handanovic? Vediamo, è uno dei portieri migliori d’Europa e avrebbe voglia di giocare la Champions”.

Il sogno di mercato rimane sempre Yaya Tourè: “Gli ho inviato un sms con scritto ‘Happy birthday’ e poi una roba personale. Per ricostruire sarebbe l’uomo che farebbe fare il salto di qualità. Infine si ritorna nuovamente su sabato. Non sarà una partita facile, anche perché chi giocherà vorrà dimostrarsi all’altezza di chi è rimasto a casa o resta in panchina. E certamente sarà anche più fresco. Shaqiri? Da lui mi aspetto una grande partita”.
Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it