I Bon Jovi tornano con “Burning Bridges”, un regalo per i fan dell’ultimo periodo

di Redazione

» Intrattenimento » Musica » I Bon Jovi tornano con “Burning Bridges”, un regalo per i fan dell’ultimo periodo

I Bon Jovi tornano con “Burning Bridges”, un regalo per i fan dell’ultimo periodo

| venerdì 28 Agosto 2015 - 12:39
I Bon Jovi tornano con “Burning Bridges”, un regalo per i fan dell’ultimo periodo

L’album composto da out-take, rarità e demo delle vecchie sessioni di registrazione lo ha già realizzato Bruce Springsteen lo scorso anno, con “High Hopes”: adesso è il turno dei Bon Jovi, una band che il mito del cantante del New Jersey lo ha sempre avuto in mente.

Ritornano dopo tre anni, dopo “What About Now“, con l’ultimo disco per la Mercury Records, “Burning Bridges”. E lo fanno con dieci canzoni lasciate negli archivi di “Lost Highways“, “The Circle” e il precedente “What About Now”. Con il chitarrista-firma della band, Richie Sambora, che resta lì come ricordo in studio, inciso ormai sui solchi dei nastri, ma non è più in formazione.

“Alcune canzoni hanno 10 anni – ha spiegato Jon Bon Jovi, al secolo John Frances Bongiovi, naturalizzazione statunitense di Giovanni Bongiovanni – . ‘We Don’t Run’ è nuova, ma ‘Saturday Night Gave Me Sunday Morning’ ha tra gli 8 e i 10 anni. Questo lavoro rappresenta la fine di un’era”.

Che sicuramente è stata fortunata. A partire da più di trent’anni fa, dal 1984, con il debutto omonimo, passando per il secondo album del 1986, “Slippery When Wet”, e quindi per “You Give Love a Bad Name”, per “Livin’ on a Prayer” e “Wanted Dead or Alive”, i Bon Jovi hanno venduto oltre 100 milioni di dischi (una media di 8 milioni e mezzo di copie ad album), entrando cinque volte nella Billboard statunitense con 5 dischi, 25 singoli in top 100, 10 in top 10 e 4 numeri 1.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820