Aggiornato alle: 13:17

Maltempo, situazione drammatica in Sicilia VD | Fiumi esondati a Messina, diverse trombe d’aria

di Redazione

» Cronaca » Maltempo, situazione drammatica in Sicilia VD | Fiumi esondati a Messina, diverse trombe d’aria

Maltempo, situazione drammatica in Sicilia VD | Fiumi esondati a Messina, diverse trombe d’aria

| sabato 10 Ottobre 2015 - 11:21
Maltempo, situazione drammatica in Sicilia <u><b><font color=”#343A90”>VD</font></u></b> | Fiumi esondati a Messina, diverse trombe d’aria

Nella costa tirrenica orientale si registrano fiumi esondati, auto travolte dal fango, alberi abbattuti e frane. A Barcellona Pozzo di Gotto è tracimato il fiume Mela che ha provocato allagamenti e trascinato via auto. Situazione simile a Milazzo. A Furci Siculo è esondato il Pagliara portando via diverse auto e caravan. Il centro di Antilio è bloccato da una frana, in arrivo rinforzi da Palermo.

Sempre a Barcellona Pozzo di Gotto una frana di vaste proporzioni nella frazione di Migliardo ha provocato danni ingenti. Problemi sempre per l’esondazione del torrente Mela e la frana anche nelle zone di Calderà e Cicerata dove decine di famiglie sono bloccate nelle loro abitazioni per il fango che ha invaso case, garage e strade. A seguito dell’esondazione del torrente Mela, il sindaco di Milazzo ha diramato una ordinanza con la quale dispone il “divieto di utilizzare a scopo potabile l’acqua proveniente dall’acquedotto comunale in attesa dell’esito dei risultati dei rilievi da parte dell’Asp 5”. È “dettato da motivi di igiene, sanità e sicurezza pubblica in quanto la gran mole di fango e detriti trasportanti dal torrente in piena potrebbe aver provocato danni anche alle reti dell’acquedotto, della fognatura e di distribuzione dei servizi”.

Le frazioni sono isolate e il ponte che collega Milazzo con Barcellona lato mare è stato danneggiato ed è stato chiuso. Diversi tecnici dell’amministrazione e della protezione civile stanno cercando risolvere l’emergenza. Oggi l’amministrazione non ha dato l’allerta per il maltempo e molti cittadini hanno avuto problemi perché colti di sorpresa.

Alberi abbattuti, tunnel delle serre spianati e tetti di case scoperchiati. È questo lo scenario che si presenta a Licata dopo che una tromba d’aria s’è abbattuta stamani alle 7,45 su comune agrigentino. Gravi danni sia nel centro che nelle periferie. Al Villaggio agricolo e al Villaggio dei fiori sono stati scoperchiati numerosi immobili, ma sono cadute anche serbatoi dai tetti.

In via Colombo, sradicate le tegole che sono finite sulle auto posteggiate lungo il ciglio della strada. Il forte vento ha abbattuto alberi in via Principe di Napoli e in salita Santo Antonino dove la strada è bloccata. Chiuse, questa mattina, tutte le scuole della città.

La guardia costiera ha già recuperato diverse barche a vela che a causa del vento sono state spinte fuori dal porticciolo. Non ci sono dispersi. La tromba d’aria è durata appena 5 minuti. Danni anche a Palermo e provincia: box e abitazioni e case allagate lungo le strade trasformate in fiumi dopo il violento temporale di stanotte.

Decine e decine gli interventi dei vigili del fuoco nel capoluogo. Numerosi gli alberi sradicati e finiti sulla sede stradale; un ponteggio divelto dal forte vento, cornicioni caduti e auto rimaste impantanate nei sottopassi. In via Catania, nel capoluogo siciliano, è crollato parte di un ponteggio di una ditta che stava eseguendo dei lavori di manutenzione in un palazzo.

Situazione altrettanto critica nel Nisseno. Alberi sradicati finiti su auto parcheggiate, cassonetti dei rifiuti spostati e cisterne d’acqua volate via da tetti e balconi. Anche a Caltanissetta una tromba d’aria durata per circa 10 minuti, ha soffiato a 60 chilometri orari.

Sulla A19 Palermo-Catania, è chiuso al momento lo svincolo di Caltanissetta. Due tralicci dell’Enel sono caduti sul cavalcavia dello svincolo sfiorando un furgone Fiat Forino condotto da un uomo che è riuscito a evitare il peggio. Sul posto sono arrivati i tecnici dell’Anas e i poliziotti della Stradale che stanno deviando il traffico su percorsi alternativi. La situazione nel pomeriggio si è normalizzata anche grazie alle condizioni meteo che sono migliorate.

Nelle vie Libertà, Filippo Turati, Veneto e nei viali della Regione, Amedeo e Triestre grossi alberi sono stati spezzati dalle raffiche di vento e hanno distrutto alcune auto parcheggiate. Devastazione anche a Pian del Lago dove i commercianti ambulanti avevano già sistemato le bancarelle per il mercatino settimanale.

Tante le strade bloccate a causa degli alberi caduti sul selciato. Lungo la statale 626, sul viadotto Imera, un grosso eucalipto s’è piegato sfiorando alcune auto in transito. La polizia stradale ha immediatamente bloccato il traffico su entrambi i sensi di marcia.

Tromba d’aria anche a Gela con forti raffiche di vento e pioggia. Una tettoia si è staccata da un immobile di vico Don Marco, finendo poi sull’asfalto, in via Bresmes, a pochi metri dal Comune. Paura per due persone, padre e figlio, che erano all’interno di una macchina, rimasta schiacciata dai detriti della tettoia. La strada è stata immediatamente chiusa al traffico.

Disagi per i collegamenti marittimi. Tirrenia ha sospeso i collegamenti Napoli-Palermo, Palermo-Napoli e Palermo-Cagliari. La Compagnia ha provveduto a informare tutti i clienti sulla situazione tramite l’invio di sms e email, e questa notte chi lo vorrà sarà ospitato a bordo delle navi ormeggiate nei porti di Palermo e Napoli (Florio e Rubattino).

Video e foto da Youreporter.it

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it