Aggiornato alle: 19:40

Legge di Stabilità, in Senato con tante incognite | E i Caf lanciano l’allarme servizi per i contribuenti

di Redazione

» Politica » Legge di Stabilità, in Senato con tante incognite | E i Caf lanciano l’allarme servizi per i contribuenti

Legge di Stabilità, in Senato con tante incognite | E i Caf lanciano l’allarme servizi per i contribuenti

| mercoledì 11 Novembre 2015 - 11:19
Legge di Stabilità, in Senato con tante incognite | E i Caf lanciano l’allarme servizi per i contribuenti

“La legge di Stabilità non è certo scritta con la mano destra e come tale, al di là di singole eventuali misure, non può avere il nostro consenso”. Suonano come un monito al governo le parole di Gaetano Quagliariello, esponente di spiccco di Ap, sull’imminente avvio dell’iter di approvazione della manovra in Senato.

L’ex ministro ha presentato insieme ai colleghi Augello, Giovanardi e Compagna otto proposte di revisione della spesa che dovrebbero portare oltre 2 miliardi di risparmi “strutturali” già dal secondo anno. Un richiamo alla spending review al quale si uniscono anche Forza Italia e Scelta Civica.

Venire incontro a chi dà una casa in comodato d’uso ai parenti in linea diretta, risulterà quindi molto difficile a causa dei costi molto elevati. Le relatrici Magda Zanoni e Federica Chiavaroli proveranno comunque a trovare una soluzione di ‘sintesi’ alle diverse richieste. Tra queste anche quella di esentare anche le case lasciate al coniuge in caso di separazioni e divorzi.

Sul tetto massimo dei money transfer nessun dubbio: tornerà a mille euro. Difficile invece che si arrivino a scontare le tasse sulla seconda casa data in comodato d’uso ai figli. In ogni caso in commissione Bilancio si lavorerà per arrivare in Aula con un testo ‘chiuso’.

Capitolo “Sud”. La priorità sembra essere il credito d’imposta rafforzato, in alternativa “una accentuazione del bonus per le nuove assunzioni”, come confermato in commissione dal viceministro dell’Economia Enrico Morando. Dai Caf, invece, sembra essersi levato un allarme servizi per 17 milioni di contribuenti: si chiede la riduzione del taglio da 100 milioni.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it