Aggiornato alle: 08:55

Comiso, minacce al sindaco e alla sua giunta | Arrestato un pluripregiudicato di 53 anni VD

di Redazione

» Cronaca » Comiso, minacce al sindaco e alla sua giunta | Arrestato un pluripregiudicato di 53 anni VD

Comiso, minacce al sindaco e alla sua giunta | Arrestato un pluripregiudicato di 53 anni VD

| sabato 12 Dicembre 2015 - 11:14

Prima l’obbligo di presentazione, poi l’arresto per un pluripregiudaco di Comiso. Mario Campailla era stato arrestato lo scorso luglio dopo aver violato la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, minacciando ripetutamente il sindaco, vice sindaco e i loro collaboratori.

Il titolare delle indagini, aveva chiesto la convalida dell’arresto e la custodia cautelare in carcere, “stante la spiccata pericolosità del soggetto”. Il gip convalidò quindi l’arresto ma applicando la misura cautelare, molto meno grave, dell’obbligo di presentazione alla P.G.

La Procura di Ragusa depositò in seguito un atto d’appello. Campailla, essendo un soggetto pluripregiudicato anche per aver fatto parte di un’associazione a delinquere di stampo mafioso e per questo e tutti gli altri reati commessi (rapine, estorsioni, porto d’armi, traffico di stupefacenti), non poteva non essere destinatario di una misura di carcerazione

 Mario Campailla, arresto Mario Campailla, Comiso, arresto Comiso,

Il Tribunale del Riesame di Catania accolse il ricorso della Procura. Notificata l’ordinanza a Campailla, questi ricorreva in Cassazione per ottenerne l’annullamento, ma la Suprema Corte rigettava il provvedimento ed in data odierna personale della Squadra Mobile di Ragusa, si recava in carcere da Campailla per notificare il provvedimento.

I fatti. Campailla aveva più volte minacciato gli operai prima ed il Sindaco di Comiso Spataro dopo, per aver montato un palco in Piazza Fonte Diana a pochi passi dal bar della sua compagna (di fatto gestito da lui). A suo dire il palco doveva essere montato in un’altra posizione perché i suoi clienti dovevano beneficiare degli spettacoli. 

Il palco per gli spettacoli “era stato montato per diverse attività di intrattenimento, a spese dei commercianti della Piazza, che onestamente volevano attirare i clienti investendo del denaro con il benestare del Sindaco che ha concesso il suolo pubblico”.

Ricevute le minacce, “dopo i vari tentativi di riportare alla calma il Campailla, il sindaco Spataro contattava la Polizia di Stato che immediatamente invia personale della Digos e del Commissariato per apprendere cosa fosse accaduto”. Raccolta la denuncia e le testimonianze di numerose persone, “la Squadra Mobile si recava presso l’abitazione del Sorvegliato Speciale”. 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it