Udinese – Inter, le pagelle: serata da dimenticare per Domizzi, Handanovic è una certezza

di Redazione

» Sport » Udinese – Inter, le pagelle: serata da dimenticare per Domizzi, Handanovic è una certezza

Udinese – Inter, le pagelle: serata da dimenticare per Domizzi, Handanovic è una certezza

| sabato 12 Dicembre 2015 - 22:37
Udinese – Inter, le pagelle: serata da dimenticare per Domizzi, Handanovic è una certezza

Ecco le pagelle del match della sedicesima giornata di Serie A tra Udinese e Inter (clicca qui per leggere la cronaca).

UDINESE: Karnezis 6; Wague 5.5, Domizzi 4, Piris 5.5; Widmer 6.5, Bruno Fernandes 5 (11′ s.t. Marquinho 6), Lodi 5, Iturra 5.5 (25′ s.t Perica 5.5), Edenilson 6.5; Di Natale 6 (34′ s.t. Aguirre 5.5), Thereau 6.5. All. : Colantuono

INTER: Handanovic 7.5; Montoya 6, Murillo 6.5, Miranda 6.5, Telles 7; Guarin 5.5, Felipe Melo 6; Ljajic 6 (37′ s.t. Juan Jesus 6), Jovetic 7 (16′ s.t. Brozovic 7), Perisic 6; Icardi 7.5 (44′ s.t. Manaj). All. : Mancini

I MIGLIORI DELL’UDINESE

Thereau: La sua velocità è una spina nel fianco della difesa dell’Inter ed è uno dei pochi quest’anno a mettere in difficoltà Miranda. Tiene alta la squadra e tenta diverse volte la conclusione. Manca di concretezza sotto porta.

I PEGGIORI DELL’UDINESE

Domizzi: La sua seconda partita in stagione è tutt’altro che memorabile. I due gol del primo tempo sono frutto di sue disattenzioni, ma la seconda (controllo maldestro in disimpegno) è davvero imperdonabile. Prova a scuotersi, ma i suoi interventi denotano parecchio timore.

Bruno Fernandes: costantemente impreciso, il suo apporto è nullo in attacco e perde diversi palloni in fase di costruzione. Ammonito per un brutto fallo su Montoya, Colantuono lo sostituisce di corsa con Marquinho.

I MIGLIORI DELL’INTER

Handanovic: Ennesima prestazione surreale del portiere sloveno, sempre attento e ben posizionato sulle conclusioni avversarie. Nonostante siano avvenute a gioco fermo, realizza delle respinte incredibili da distanza ravvicinata.

Telles: Presente sia in attacco che in difesa (ottime le sue coperture), è costantemente al servizio della squadra, distinguendosi dal comunque sufficiente Montoya (oggi all’esordio da titolare sulla destra).

I PEGGIORI DELL’INTER

Guarin: partita di impegno e tanti falli subiti a centrocampo, ma si lascia troppo spesso ingolosire dal tiro dalla distanza, quasi sempre alle stelle.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820