Aggiornato alle: 10:28

Gossip, Gianmarco Valenza contro la redazione di Uomini e Donne: finiranno in tribunale?

di Redazione

» Gossip » Gossip, Gianmarco Valenza contro la redazione di Uomini e Donne: finiranno in tribunale?

Gossip, Gianmarco Valenza contro la redazione di Uomini e Donne: finiranno in tribunale?

| giovedì 21 Gennaio 2016 - 11:23
Gossip, Gianmarco Valenza contro la redazione di Uomini e Donne: finiranno in tribunale?

Continua ad esserci molta tensione tra l’ex tronista Gianmarco Valenza e la redazione della trasmissione di “Uomini e Donne“. Durante la puntata che è andata in onda martedì 19 gennaio 2016, Rossella Intellicato a sorpresa è andata in esterna con Fabio Ferrara, corteggiatore che fino a prima era interessato alla collega di trono Ludovica Valli.

Gianmarco su Twitter ha “avvertito” Rossella che si tratta di una “strategia” da parte della redazione.

Rossella arrenditi. Per loro deve andare così e ti costringeranno a fartelo piacere. Sennò ti cacciano, te lo dico per esperienza.

tweet-gianmarco-valenza

Dopo questo tweet è intervenuto direttamente il produttore esecutivo di “Uomini e Donne”, Stefano Paramucchi, con una lettera pubblicata sul sito Witty Tv

Caro Gianmarco Valenza,
più di una volta leggo sui social di tue polemiche contro “Uomini e donne” e in particolare contro la redazione.
A detta tua, la redazione ti avrebbe cacciato perché reo di non aver fatto chissà ché.
Non ho mai risposto, certo che si trattasse di un episodio isolato, dettato dalla tua giovane età e da una sempre più forte voglia di tutti di essere presenti sui social (almeno lì) quando non si è più tronisti. Ti ho rivisto anche in studio nell’occasione della scelta di Amedeo e la tua presenza era successiva alla tua prima polemica contro la redazione.
Tra me e me ho pensato: ha un microfono, speriamo parli delle sue perplessità, così si chiarirà. Poi ho visto che non ne parlavi, anzi, eri gentile con tutti e ho capito perché. All’improvviso mi sono ricordato di quel giorno dietro le quinte, dopo la tua ultima puntata, in cui, dopo inutili tentativi di trattenere un’altra corteggiatrice, avevi scelto la tua fidanzata attuale, Laura. Dietro le quinte c’ero anch’io, non parlavo ma ascoltavo. Ho sentito quando dicevi che avevi scelto Laura perché rischiavi di perderla perché la redazione la spingeva contro di te. Ne eri certo. La redazione la spingeva contro di te in modo tale che se l’avessi scelta ti avrebbe detto di no perché voleva lei sul trono. Alla domanda della redazione su chi ti aveva detto una simile stupidaggine tentennavi a rispondere. Hai tentennato a lungo poi finalmente hai parlato: un’ex corteggiatrice di Amedeo nonché ex partecipante a “Temptation Island” (eliminata presto), nonché amica tua, ma purtroppo eliminata da Amedeo (non si tratta di Fabiola). Da quando non era più in studio era diventata il tuo tramite per parlare con Laura. Forse Laura sapeva che l’avresti scelta. Chissà? Forse invece tramite questa ragazza parlavate solo del tempo? Forse questa ipotesi è la più probabile. Forse le tue ex corteggiatrici non saranno contente di sapere che mentre loro ti corteggiavano e, come vuole il programma, non potevano comunicare con te né direttamente né indirettamente, tu invece parlavi con la ragazza che avresti scelto di lì a breve tramite una terza persona. Scusami se oggi ho deciso di scrivere e non ho mantenuto il riserbo a cui sono abituato ma ancora oggi ti leggo sui social che suggerisci a Rossella, attuale tronista, di stare attenta alla redazione. Forse suggerirei a te, e a tutti i tronisti, che bisogna stare attenti a non dire stupidaggini… soprattutto se si fanno. A Laura nessuno aveva mai proposto il trono e tu lo sai come lo sa lei.Forse lo sapeva anche la tua amica, ex tentatrice eliminata, ex corteggiatrice eliminata, ma quando si è eliminati si fa fatica ad accettare che l’eliminazione sia dovuta a noi stessi e non ad altri. E allora si trova un modo per essere protagonisti. Purtroppo non si diventa protagonisti inventando.

Gianmarco ha voluto dire la sua attraverso la sua pagina Facebook:

Caro produttore di Uomini e donne, ti rispondo qui, visto che come al solito l’ironia quando si dice la verità non va mai a genio, ma d’altronde in un programma che si espone così tanto appena uno ironizza su qualcosa che può far male, si prova a mettere a riparo la propria famiglia. Le accuse che tu mi fai sono molto infamanti, è vero parlavo con un ex corteggiatrice perché era mia amica, mi sono confessato su dei miei malesseri come facevo con tutta la mia cerchia di amici, e chi mi è stato accanto lo sa, ma non ho mai mancato di rispetto al vostro lavoro comunicando con la mia attuale scelta, ma d’altronde non sapendo come macchiare la mia immagine ci provate in ogni modo. Il mio dissenso e abbandono del programma avviene relativamente ai fatti accaduti nell’ultima puntata quando la mia attuale scelta è stata attaccata sul nulla quando fino a poco prima era la preferita di tutti, e, al momento di decidere se andare a recuperare Cecilia o perdere Laura, ho scelto con il cuore portando via la mia attuale fidanzata, facendo la scelta migliore, perché non mi andava più di giocare. Ma come solo perché aveva deciso di essere più dolce nei miei confronti? Solo perché per una volta non litigava e minacciava di andarsene? Allora mi state confermando che quanto pensavo era vero? Che c’era una scelta già del trono successivo? Solitamente se un mio commento da così fastidio tanto da scomodare i piani alti, qualcosa di fondato c’è. Detto questo, io caro produttore, da uomo quale mi reputo, se ho un problema lo risolvo a 4 occhi, non infamando pubblicamente in risposta a dei commenti ironici che 3 milioni, anzi ormai quasi 2, di telespettatori fanno ogni volta. Forse do fastidio… chissà.

Non si è fatta attendere una seconda replica pubblicata sempre sul sito Witty Tv, Paramucchi ha avvertito l’ex tronista sulla possibilità di adire le vie legali:

Bada Gianmarco che ad insistere può crescere il naso o peggio magari si finisce in tribunale… non ti auguro né la prima né la seconda cosa, ma ti prego di smetterla di dire cose inventate e di ricostruire le vicende come più ti fa comodo. Faccio questo lavoro da tantissimi anni per sapere che si può incorrere in incidenti di immagine e a chi succede, poi viene voglia di dar la colpa alla malefica redazione. Ma se una o due volte si chiude un occhio, dopo un po’ a star zitti si rischia di lasciare credere che tu abbia ragione. La ragione non è dalla tua parte così come non lo è la verità che professi. Sai bene che abbiamo saputo la verità solo dopo la tua scelta e se non ne abbiamo fatto oggetto di puntata è stato proprio per non aprire processi inutili e persino assecondando le tue richieste (scritte), di lasciar correre, d’altronde era nato l’amore e per la redazione tanto bastava. Forse più che malefici direi fessi… dato come agisci.
Ho un ultimo dubbio: visto che tutto quello che scrivi o lasci intendere – compresa l’analisi sui dati auditel – è pieno di falsità, devo credere che come fosse un gioco, scrivi il contrario di quello che pensi? Racconti la verità al contrario? Se è un gioco, abbiamo giocato e allora meglio così.

Come si evolverà la vicenda, finirà davvero in tribunale? Staremo a vedere…

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it