Aggiornato alle: 08:45

Svezia, uccisa una 22enne in un centro profughi | È stata accoltellata da un minore dopo una lite

di Redazione

» Esteri » Svezia, uccisa una 22enne in un centro profughi | È stata accoltellata da un minore dopo una lite

Svezia, uccisa una 22enne in un centro profughi | È stata accoltellata da un minore dopo una lite

| martedì 26 Gennaio 2016 - 12:39
Svezia, uccisa una 22enne in un centro profughi | È stata accoltellata da un minore dopo una lite

L’amore per il prossimo e per i più deboli, probabilmente, è costata la vita ad Alexandra Mexher, 22 anni, di origine libanese ma residente in Svezia dove lavorava in un centro di accoglienza per rifugiati minorenni non accompagnati. La giovane è stata infatti  brutalmente uccisa a Molndal, nel sud del Paese, dove prestava servizio.

Uno degli ospiti, di soli 15 anni, ha pugnalato a morte la giovane al culmine di un litigio. Le autorità lo hanno subito arrestato, ma si sono rifiutati di rivelare identità e nazionalità per evitare ripercussioni razziste. Sarebbero stati gli altri giovani migranti del centro di accoglienza a denunciare il delitto.

“Era tutto sotto sopra, sulla scena del crimine c’era molto sangue – ha raccontato il portavoce del commissariato Thomas Fuxborg -. L’autore è stato sopraffatto dagli altri residenti, che sono sconvolti”. Il coltello usato per compiere il brutale assassinio è stato ritrovato all’interno della struttura.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it