I “giudizi” di Berlusconi: “Grillo come Hitler”| E sul premier Renzi: “Mi imita male”

di Redazione

» Politica » I “giudizi” di Berlusconi: “Grillo come Hitler”| E sul premier Renzi: “Mi imita male”

I “giudizi” di Berlusconi: “Grillo come Hitler”| E sul premier Renzi: “Mi imita male”

| sabato 30 Gennaio 2016 - 10:40
I “giudizi” di Berlusconi: “Grillo come Hitler”| E sul premier Renzi: “Mi imita male”

L’ex cavaliere e presidente del Consiglio Silvio Berlusconi commenta a tutto campo la politica che lo circonda e di cui a più riprese prova a tornare protagonista. L’occasione è un’intervista con il Foglio di Claudio Cerasa, in occasione del ventennale del giornale.

“Sento dire spesso che Matteo Renzi si ispirerebbe in qualche modo a Forza Italia. Se questo è vero, allora devo dire che l’imitazione non gli è riuscita bene. Somiglia più a Ciriaco De Mita che ad Aldo Moro”, dice Berlusconi. “Renzi – prosegue il leader di Forza Italia – con noi non ha niente in comune se non la consapevolezza di dover cambiare il vecchio linguaggio della politica, solo che poi ha scelto la strada delle battute, dell’arroganza, degli annunci. La sua è la versione 2.0 della vecchia teoria enunciata nel ‘Gattopardo'”.

Poi l’affondo all’M5s: “Su Grillo, dire che ripete molte parole d’ordine di Adolf Hitler, non era un’esagerazione polemica, era una constatazione tecnica”.
Berlusconi, nel suo ‘ventennnio’ “dolceamaro”, rivendica il “merito” di aver tolto dalla scena “la sinistra post comunista”, di aver riunito “la maggioranza naturale degli italiani” intorno a “un centrodestra di governo”, di aver fatto scoprire “il bipolarismo e l’alternanza di governo, sia pure imperfetta” e i “valori liberali”. “In questi vent’anni – conclude – io ho una colpa della quale non mi do pace: non sono riuscito a convincere gli italiani a darmi il 51 per cento dei voti”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820