Aggiornato alle: 19:07

Palermo, l’anello ferroviario è a rischio | La Tecnis è in ginocchio, cantieri fermi

di Redazione

» Cronaca » Palermo, l’anello ferroviario è a rischio | La Tecnis è in ginocchio, cantieri fermi

Palermo, l’anello ferroviario è a rischio | La Tecnis è in ginocchio, cantieri fermi

| venerdì 19 Febbraio 2016 - 18:20
Palermo, l’anello ferroviario è a rischio | La Tecnis è in ginocchio, cantieri fermi
I cantieri dell’anello ferroviario di Palermo potrebbero essere smontati nelle prossime settimane. Questo lo scenario “apocalittico” prospettato dal sindaco Leoluca Orlando e dalla sua giunta in una conferenza stampa indetta d’urgenza.
Martedì o mercoledì, infatti, la Tecnis (la ditta che si è aggiudicata i lavori e che adesso deve fare i conti con un’esposizione debitoria di circa 100 milioni) dovrà comunicare se è in condizioni di andare avanti con le opere in tutta Italia. Il comune di Palermo, intanto, chiede che, in caso di ritardi, i cantieri vengano rimossi in tempi celeri.
“Il Prefetto ha parlato con il commissario governativo Saverio Ruperto che ha assicurato che martedì o mercoledì avremo una risposta definitiva – ha detto Orlando – ma intanto abbiamo scritto a Rfi“. Il Comune chiede di attivare le procedure previste per legge: verificare i ritardi, pianificare il recupero e, nel caso in cui non sia possibile, procedere alla risoluzione del contratto. La soluzione? Affidare l’appalto al secondo classificato (Impregilo) o al terzo (Sis). “Se il cantiere avrà un impulso significativo tornando alla produzione teorica, incrementata della produzione necessaria a recuperare il tempo perduto, si andrà avanti avanti, altrimenti dovremo ripristinare lo stato dei luoghi”, hanno fatto sapere dal Comune.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it