Iachini allenamento, Iachini Palermo, Iachini Zamparini, Iachini Boccadifalco, Palermo caos, Palermo Zamparini, vice Iachini, giocatori Palermo, Ballardini Palermo, ritorno Ballardini, dimissioni Iachini, dimissioni Iachini rifiutate

Beppe Iachini non sembra avere affatto cambiato idea: il tecnico (o ex tecnico…, ndr.) non si è presentato questa mattina al Tenente Onorato di Boccadifalco per condurre l’allenamento mattutino. Tecnicamente Iachini è ancora iscritto a libro paga del Palermo, in quanto Maurizio Zamparini (come dichiarato) ha rifiutato le sue dimissioni.

Ad acuire lo strappo però è anche la posizione dei vice Carillo e Tafani, ieri a dirigere l’allenamento, oggi andati via dal centro sportivo poco prima dell’inizio della seduta, dopo alcuni brevi saluti e dichiarando ai giornalisti che “mancano i presupposti per continuare”. A dirigere la seduta è Fabio Viviani, dopo diversi tentennamenti sul da farsi.

Adesso si cerca di correre ai ripari per l’allenatore: il favorito ora sembra essere Walter Novellino (vecchio pallino di Zamparini) con cui ci sarà un incontro nel pomeriggio. Corini e Colomba come ipotesi di ripiego.

E in attesa dell’incontro con Zamparini, Novellino ha detto: “Mi piacerebbe allenare il Palermo. Vediamo… Sono andato a correre, stamattina, ho sentito che gira il mio nome. Mi piacerebbe molto. Aspettiamo poche ore”.

Il risveglio è stato agitato sia per la squadra (che avrebbe detto no a Ballardini, vista la richiesta di “epurare” Sorrentino) ma anche per il tifo organizzato: sarebbero in corso riunioni dei vari gruppi per decidere la linea da seguire, ma soprattutto si temono strascichi violenti a seguito di alcune scritte viste ieri (poi cancellate).

E nel pomeriggio è arrivata anche la contestazione dei tifosi, che si sono radunati a Boccadifalco, vicino al Tenente Onorato dove si allena la squadra. Fumogeni, cori contro la società e momenti di tensione vicino all’impianto sportivo.