waterselfie, un selfie per promuovere la prevenzione, waterselfie per sensibilizzare sulle malattie che colpiscono i reni, campagna benefica, società italiana di nefrologia aned gruppo sampellegrino

Oggi è la giornata mondiale dei reni, nata con l’obbiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica su un fattore molto importante per la salute di questi importanti organi: l’idratazione, un gesto semplice ma troppo spesso trascurato.

Anche quest’anno la Waterselfie Campaign si rinnova e da quest’anno si può partecipare inviando un selfie che ci ritrae mentre siamo intenti a bere dell’acqua. Le foto poi devono essere caricare su www.sin-italy.orgwww.aned-onlus.ito su www.hydrationlab.it. Per ogni autoscatto inviato Sanpellegrino donerà 50 centesimi all’Associazione Nazionale Dializzati e Trapiantati. Il ricavato sarà utilizzato per la messa a punto di una guida con i consigli per mantenere sani i nostri reni, con l’obiettivo di essere un valido supporto per continuare la campagna di informazione negli ospedali e soprattutto nelle scuole, data l’incidenza delle malattie dei reni anche nella fascia dei più piccoli.

Fondamentale, secondo la medicina, è focalizzarsi sull’importanza di una diagnosi precoce e di un sano stile di vita nei bambini, a partire dalla nascita. Perché è bene essere consapevoli che le malattie renali possono essere trattate anche nei pazienti più piccoli. Anzi, il tema scelto per la Giornata Mondiale invita proprio a riflettere sul fatto che gran parte delle malattie renali degli adulti ha le sue radici nell’infanzia.

Bambini e adulti devono bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, necessario per il corretto funzionamento dei reni. “I numeri parlano chiaro – commenta Antonio Santoro, Presidente della Società Italiana di Nefrologia – è evidente che la continua diffusione della malattia renale cronica sia allarmante. In occasione della Giornata Mondiale del Rene, puntare i riflettori sull’infanzia vuole dire fare una campagna di prevenzione molto più incisiva, considerando che si tratta di una patologia la cui identificazione in fase precoce può essere utile a prevenirne l’evoluzione e le complicanze future”.