Luca Varani è deceduto per uno shock dovuto al dissanguamento, dopo aver ricevuto trenta martellate e coltellate. Non ci sono dunque riscontri con le dichiarazioni dell’accusato.

I risultati smentiscono, infatti, che sia stata un colpo al cuore a finire il giovane, come invece aveva dichiarato Manuel Foffo, il 29enne arrestato insieme a Marco Prato per l’omicidio. La lama trovata conficcata nel petto non avrebbe trafitto il cuore, ma il polmone sinistro.