Dybala Juve, Dybala, Dybala Rigopiano, Dybala, videochiamata Dybala Buffon rigopiano

Ecco le pagelle del match della 29° giornata di Serie A tra Juventus e Sassuolo (clicca qui per leggere la cronaca del match).

JUVENTUS: Buffon 7; Rugani 7, Bonucci 7,5, Barzagli 6,5; Cuadrado 6, Khedira 6,5 (27′ st Pogba 6), Marchisio 7, Asamoah 6, Alex Sandro 6,5; Dybala 7,5 (35′ st Morata 6), Mandzukic 7,5 (43′ st Lichtsteiner sv).

I MIGLIORI DELLA JUVENTUS

Dybala: grinta e caparbietà. Non gioca solo di finezza e intelligenza ma anche di forza. Ci prova fin dal primo minuto ad andare in rete e al 36esimo del primo tempo trova un gol bellissimo con un tiro a giro dal limite dell’area che non lascia scampo a Consigli. Segna il suo 14esimo gol stagionale.

Mandzukic: giocatore che si fa apprezzare sempre per il grande sacrificio in fase difensiva, grande determinazione nel recuperare i palloni anche se sembrano ‘persi’. Nell’economia del gioco della squadra è fondamentale.

Marchisio: vince tutti i contrasti a centrocampo ed è pronto a fare ripartire l’azione dei suoi. Molto attento in una partita davvero delicata.

Bonucci: dirige la linea difensiva e detta i tempi. Non sbaglia alcun movimento.

Rugani: sempre vicino agli avversari, non permette alcuna giocata agli attaccanti del Sassuolo. È attento e preciso negli interventi.

Buffon: prosegue l’imbattibilità e mette lo zampino anche in questa vittoria con due parate importanti.

I PEGGIORI DELLA JUVENTUS

Nessuno sotto la sufficienza.

SASSUOLO: Consigli 6; Vrsaljko 5, Antei 5,5, Acerbi 5,5, Peluso 6; Biondini 5 (24′ st Pellegrino 6), Magnanelli 5,5, Duncan 6; Politano 5 (43′ st Adjampong sv), Falcinelli 5 (32′ st Trotta sv), Sansone 6.

I MIGLIORI DEL SASSUOLO

Sansone: molto mobile su tutto il fronte d’attacco. Svaria parecchio ed è molto rapido palla tra i piedi.

Peluso: riesce a contenere Cuadrado non permettendogli di arrivare fino al fondo per crossare in area. Attento nella marcatura.

Duncan: è l’unico centrocampista che riesce a pressare ed è l’ultimo dei suoi ad arrendersi. Aggressivo a centrocampo, recupera alcuni palloni.

Magnanelli: partita difficile contro l’ottimo centrocampo bianconero eppure il giocatore riesce dare ordine al proprio reparto. Cresce nel secondo tempo.

I PEGGIORI DEL SASSUOLO

Vrsaljko: è sempre in ritardo, non riesce a proporsi in fase offensiva. Impaurito dagli avversari commette falli ingenui.

Politano: non riesce a sfondare. I difensori della Juventus non gli consentono alcuna giocata.

Falcinelli: si vede pochissimo in fase d’attacco. Non è servito dai compagni di squadra ma non riesce mai a farsi trovare libero.