Il film di Ivan Cotroneo, “Un bacio”, ha come protagonisti tre ragazzi sedicenni, Lorenzo, Blu e Antonio, che hanno molte cose in comune: frequentano la stessa classe nello stesso liceo in una piccola città del nord est, hanno ciascuno una famiglia che li ama; tutti e tre, anche se per motivi differenti, finiscono col venire isolati dagli altri coetanei.

“Un bacio” è un film sull’adolescenza, sulle prime volte, sulla ricerca della felicità. Ma anche sul bullismo e sull’omofobia. Sui modelli e sugli schemi che ci impediscono, e che impediscono soprattutto ai ragazzi, di essere felici, di trovare la strada della loro singola, particolare, personale felicità.

Arriva nelle sala dal 31 marzo con Lucky Red in 180 copie. ”Un film – spiega oggi il regista a Roma – che vuole far capire ai ragazzi (‘diversi’) di non avere paura, ma anche un messaggio che va a tutti i genitori”.

Il film è liberamente tratto dal racconto “Un bacio” di Ivan Cotroneo (Bompiani)