Serie B, il Lanciano pareggia (2 a 2) e condanna il Livorno alla Lega Pro

di Riccardo Bagarella

» Sport » Serie B, il Lanciano pareggia (2 a 2) e condanna il Livorno alla Lega Pro

Serie B, il Lanciano pareggia (2 a 2) e condanna il Livorno alla Lega Pro

| venerdì 20 Maggio 2016 - 19:59
Serie B, il Lanciano pareggia (2 a 2) e condanna il Livorno alla Lega Pro

Serata a dir poco drammatica al ‘Picchi’: dopo aver accarezzato i playout per gran parte del match, il Livorno viene punito ingiustamente dal Lanciano, che sfrutta un rigore con conseguente espulsione di Ricci (entrambi inesistenti) per girare a proprio favore il match e rimontare due gol di svantaggio, fino a pareggiare 2 a 2.

A riaprire la gara dopo la doppietta di un fantastico Aramu ci ha pensato Ferrari, che nell’azione che ha portato al rigore da lui stesso trasformato, tra l’altro, era anche partito in chiara posizione di fuorigioco. Il pari lo ha firmato Turchi su un clamoroso infortunio di Pinsoglio, che si è lasciato scappare un pallone dalle mani favorendo la rete.

Nel finale sono saltati i nervi un po’ a tutti, al punto che il Lanciano ha chiuso in nove per le espulsioni di Giandonato e Di Francesco. A fine gara, il verdetto che nessuno all’Ardenza si sarebbe mai augurato: il Livorno saluta la Serie B e torna in C dopo 14 anni, tra le lacrime dei tifosi e del presidente Spinelli.

Il Lanciano salva la pelle, per ora: gli abruzzesi conquistano virtualmente i playout, ma aspettano notizie dalla Figc, che potrebbe fare un passo indietro e togliere lo sconto di 3 punti sulla penalizzazione: qualora ciò accadesse, il Livorno potrebbe clamorosamente mantenere la categoria, e in Lega Pro ci andrebbe proprio il Lanciano. Chi è sicura di andare agli spareggi, invece, è la Salernitana.

LEGGI QUI LE PAGELLE DI LIVORNO – LANCIANO

LA CRONACA DEL MATCH MINUTO PER MINUTO

22.32 – FINALE: 2 – 2.

49′ s.t.: LANCIANO IN NOVE, ESPULSO DI FRANCESCO. Rosso diretto per un fallaccio su Lambrughi.

49′ s.t.: Incredibile parata di Cragno sulla linea: negato a Vantaggiato il gol del possibile 3 a 2.

45′ s.t.: 4 minuti di recupero.

45′ s.t.: ANCHE IL LANCIANO RIMANE IN DIECI: ESPULSO GIANDONATO per doppia ammonizione.

42′ s.t.: Bonazzoli sfiora il terzo gol su un assist in area di Di Francesco: Pinsoglio ci arriva e mette in corner.

39′ s.t.: PAREGGIO DEL LANCIANO. TURCHI. Sugli sviluppi di una punizione, Pinsoglio si lascia scappare dalle mani il pallone: Turchi si avventa sulla sfera e mette dentro da pochi passi.

37′ s.t.: Gran girata al volo da fuori area di Fedato: pallone fuori, ma a fil di traversa.

35′ s.t.: AMMONITO GIANDONATO per un fallo su Fedato.

33′ s.t.: Il Lanciano si gioca il tutto per tutto giocando con 5 punte, il Livorno prova a resistere.

32′ s.t.: NEL LANCIANO ENTRA BONAZZOLI, ESCE RIGIONE.

30′ s.t.: NEL LIVORNO ENTRA CAZZOLA, ESCE ANTONINI, in preda ai crampi.

29′ s.t.: AMMONITO CECCHERINI per un fallo su Marilungo.

24′ s.t.: IL LANCIANO TORNA IN PARTITA. FERRARI trasforma il rigore con freddezza, spiazzando Pinsoglio.

24′ s.t.: NEL LIVORNO ENTRA PINSOGLIO, ESCE VAJUSHI.

22′ s.t.: LIVORNO IN DIECI, ESPULSO RICCI.

22′ s.t.: RIGORE PER IL LANCIANO. L’arbitro indica il dischetto per un presunto fallo in area su Ferrari – partito in posizione di fuorigioco – da parte di Ricci, che però sembra non toccare l’avversario.

18′ s.t.: NEL LANCIANO ENTRA GIANDONATO, ESCE BACINOVIC.

16′ s.t.: Siluro di Vantaggiato da fuori area: il suo sinistro esce di un niente alla destra di Cragno.

14′ s.t.: NEL LANCIANO ENTRA TURCHI, ESCE VASTOLA.

13′ s.t.: Vajushi prova a imbeccare Vantaggiato, ma non riesce a servirlo sul taglio in area.

10′ s.t.: Luci atterra Di Matteo sulla sinistra: buona punizione per il Lanciano.

7′ s.t.: NEL LIVORNO ENTRA FEDATO, ESCE ARAMU per un problema muscolare.

6′ s.t.: Gran colpo di testa di Marilungo sugli sviluppi di un corner: Ricci si supera e mette di nuovo in angolo.

3′ s.t.: Ottimo contropiede del Livorno, Luci crossa in area per Vajushi, che però non riesce ad angolare: pallone centrale, tra le braccia di Cragno.

ORE 21.42 – INIZIA IL SECONDO TEMPO. Nessun cambio nelle due formazioni.

ORE 21.25 – FINE PRIMO TEMPO, PARZIALE: 2 – 0.

47′ p.t.: RADDOPPIO DEL LIVORNO. ANCORA ARAMU. Gran sinistro direttamente su punizione, il pallone s’insacca sotto l’incrocio.

45′ p.t.: AMMONITO AMENTA.

45′ p.t.: Amenta butta giù Vantaggiato appena fuori area: punizione per il Livorno da ottima posizione.

45′ p.t.: 1 minuto di recupero.

42′ p.t.: Il Livorno prova a fare il secondo gol, Lanciano troppo passivo e poco propositivo.

38′ p.t.: AMMONITO BACINOVIC.

38′ p.t.: Bacinovic stende Schiavone: punizione per il Livorno appena fuori dall’area.

36′ p.t.: Destro a giro di Vajusshi a cercare il palo lungo: pallone fuori di un soffio.

34′ p.t.: Ferrari tenta il tiro da fuori: il pallone esce di poco alla sinistra di Ricci.

31′ p.t.: Aramu ci prova ancora da fuori, ma stavolta non trova la porta.

29′ p.t.: Marilungo tenta la percussione centrale, vince un paio di rimpalli ma poi va a sbattere su Gasbarro.

25′ p.t.: LIVORNO IN VANTAGGIO. ARAMU. Gran sinistro al volo dal limite dell’area, il pallone va infilarsi nell’angolino basso alla destra di Cragno.

24′ p.t.: Tiro-cross di Vajushi: traiettoria troppo profonda e pallone direttamente sul fondo.

21′ p.t.: Aramu ci prova da fuori dopo uno scambio al limite dell’area con Vantaggiato: il pallone esce a fil di palo.

19′ p.t.: Bel cross di Vajushi, Aramu sfiora soltanto di testa, senza riuscire ad impattare bene il pallone.

17′ p.t.: Gran destro da fuori di Bacinovic indirizzato all’angolino basso: Ricci si allunga alla sua destra e mette in corner.

11′ p.t.: Moscati crossa dalla destra: traversone troppo su Cragno, che afferra il pallone senza difficoltà.

7′ p.t.: Aramu ci prova da fuori dopo una combinazione con Vantaggiato: il suo tiro al volo esce di molto sopra la traversa.

5′ p.t.: Gasbarro trova il fondo e tenta il cross: Vastola lo chiude in calcio d’angolo.

3′ p.t.: Vantaggiato controlla un pallone in area, si gira e calcia subito: tiro debole e centrale, blocca Cragno.

2′ p.t.: Pallone interessante messo in area da Marilungo, ma Lambrughi intercetta e allontana di testa.

ORE 20.38 – FISCHIO D’INIZIO

Il Livorno (41) si gioca tutto: deve vincere per centrare i playout e rimanere aggrappato al sogno salvezza, che sarebbe un vero e proprio miracolo visto come si erano messe le cose nel finale di stagione; i buoni risultati ottenuti nelle ultime 5 gare (2 vittorie, 2 pari e 1 ko) hanno poi permesso agli amaranto di ricominciare a sperare.

Il Lanciano (43) ha due risultati su tre: un successo o un pareggio, infatti, garantirebbe agli uomini di Maragliulo di evitare la retrocessione diretta, mentre una sconfitta chiamerebbe in causa i risultati di Modena e Salernitana; ma sugli abruzzesi pende anche il rischio di una probabile nuova penalizzazione.

In questa serata da dentro o fuori, ci sarà il record di presenze all’Armando Picchi: sono attesi 11 mila spettatori, di cui 200 arrivati da Lanciano. Due i precedenti a Livorno tra le squadre: in entrambe le occasioni hanno vinto gli amaranto. All’andata, invece, ha vinto la Virtus con una doppietta di Marilungo.

FORMAZIONI UFFICIALI

LIVORNO: Ricci; Ceccherini, Lambrughi, Gasbarro; Moscati, Luci, Schiavone, Antonini (dal 30′ s.t. Cazzola); Aramu (dal 7′ s.t. Fedato), Vantaggiato, Vajushi (dal 24′ s.t. Pinsoglio). All.: Gelain.

LANCIANO: Cragno; Salviato, Rigione (dal 32′ s.t. Bonazzoli), Amenta, Di Matteo; Vastola (dal 14′ s.t. Turchi), Bacinovic (dal 18′ s.t. Giandonato), Rocca; Marilungo, Di Francesco; Ferrari. All.: Maragliulo.

MARCATORI: 25′ p.t. Aramu (LI), 47′ p.t. Aramu (LI), 24′ s.t. Ferrari (LA) su rigore, 39′ s.t. Turchi (LA).

AMMONITI: Bacinovic, Amenta, Giandonato (LA); Ceccherini (LI).

ESPULSI: Ricci (LI); Giandonato (LA), Di Francesco (LA).

ARBITRO: Nasca (Bari).

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820